ORE 21, SI PARLA DI FEDERALISMO: A MAGGIO C’È GIANCARLO PAGLIARINI



Risultati immagini per PagliariniCREMENO – Invitato dal consigliere regionale della Lega Antonello Formenti, questa sera a Villa Carnevali di Maggio sarà ospite Giancarlo Pagliarini, uno dei “padri” del progetto di federalismo caro al Carroccio – specie quello dei fondatori.

In collaborazione col gruppo di minoranza in Comune ‘La Voce‘, arriva dunque sull’Altopiano uno dei pezzi da novanta della Lega bossiana, uscito dal movimento padano anni fa ma “rimasto leghista nell’anima e nella mente”.

“Decalogo” del Paglia

  1. Limitare il potere di tassazione dello Stato e degli enti locali, identificando nella Costituzione un tetto massimo alla pressione fiscale complessiva. Invertire i flussi fiscali, eliminando l’intermediazione dello Stato e statuire che le PA di ogni Regione devono coprire almeno l’80% di tutte le loro spese, incluse quelle previdenziali. Solidarietà e perequazione possono coprire il rimanente 20% solo in assenza di sprechi e di significativa evasione fiscale nelle Regioni che ricevono la solidarietà dalle altre Regioni.
  2. Riconoscere nella Costituzione l’impresa, e tutelarla
  3. Limitare la presenza dello Stato nell’economia.
  4. Regolamentare il diritto di sciopero.
  5. Imporre obblighi di trasparenza e di rendiconto ai sindacati.
  6. Tutelare come valore fondamentale la professionalità, l’imparzialità e l’indipendenza della pubblica amministrazione.
  7. Togliere gli attuali limiti all’esercizio dei referendum.
  8. Statuire con molta chiarezza che il debito pubblico potrà essere trasferito alle generazioni future solo a fronte di investimenti.
  9. Passare gradualmente dall’attuale, assurdo sistema pensionistico “a ripartizione” a un più razionale e responsabile sistema “a capitalizzazione”.
  10. Sancire nella Costituzione il principio dell’assoluta uguaglianza tra pubblico e privato, che devono essere considerate due sfere parimenti sovrane. Prevedere che se tra queste due sfere sorgono gravi conflitti, a decidere sia la volontà popolare, attraverso un referendum. Sancire che il cosiddetto “primato della politica” é un’idea falsa, e che una società libera e aperta é sempre dualistica: poggia cioè su una assoluta uguaglianza tra privato e pubblico.




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MALTEMPO: FA ANCORA PAURA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO