CHE SORPRESA A PASTURO: IL SINDACO SPONSORIZZATO DAL PD PRENDE LA TESSERA LEGHISTA. I ‘RIBELLI DELLA CM’ PERDONO UN ALTRO PEZZO?



PASTURO – Della recente “conversione sulla via di Colico” del sindaco di Pasturo Pierluigi Artana avevamo parlato qualche giorno fa in questo articolo. nel quale si rilevava l’inattesa presenza del primo cittadino valsassinese alla kermesse leghista, con tanto di applausi al leader Matteo Salvini, sul palco della festa del Carroccio in Alto Lario [foto a destra].

Evento inaspettato dai più, in funzione della posizione di Artana: uomo voluto quale candidato alle recenti elezioni amministrative da un PD che più PD non si può (Guido Agostoni), motivo per il quale – pur in una civica – il capolista pasturese veniva ritenuto dai più se non organico quantomeno “vicino” ai Democratici.

E invece…

Amara sorpresa per l’ultimo dei Mohicani (Dem) in Valsassina: l’ex primo cittadino di lungo corso a Pasturo, vicepresidente uscente della Comunità Montana ed esponente ormai solitario, in zona, del Partito Democratico ha scoperto per vie traverse prima questa “passione” leghista del sindaco che ha contribuito in modo decisivo a eleggere e poi ha appreso la voce insistente di una Artana tesseratosi nel Carroccio poco dopo la vittoria alle amministrative.

Una “sberla” mica da ridere, unita al benservito nella Comunità in cui si è molto impegnato per anni ma che ora è feudo pressoché assoluto del centro destra. Che non lo avrebbe degnato nemmeno di una telefonata in queste ultime settimane.

Un momento di grande amarezza, che Agostoni non commenta. Ma certo questo doppio finale di partita tra municipio e vicina sede comunitaria non era atteso, anzi. E in particolare “in casa sua”, la svolta leghista del sindaco presunto sodale crea qualche problema. Probabile infatti che gli applausi a Salvini e la presunta militanza padana di Artana diventino terreno di scontro all’interno della lista che governa Pasturo dallo scorso 26 maggio. Con un ulteriore ronzio nelle orecchie: possibile che il già designato delegato del Comune in C.M. (proprio il PD Agostoni) rimanga tale,se il suo “capo” improvvisamente si professa della Lega, a fronte di un direttivo comunitario con dentro tanta Forza Italia e un po’ di Carroccio?

L’eventuale clamorosa revoca della delega di Agostoni (ma al momento siamo nella fantapolitica), scompaginerebbe infine pure i giochi della presunta mini-fronda orchestrata a Introbio e già deboluccia assai di suo comprendendo Pasturo.

Se poi anche quel voto andasse perso, i “ribelli del Centro Valle” si troverebbero pressoché… in due: Introbio come detto e forse Primaluna. Un po’ pochino per poter rivendicare un ruolo autentico di opposizione allo strapotere del gruppone coordinato da Umberto Locatelli e destinato a guidare l’ente montano per i prossimi cinque anni.

RedPol

    Artana (terzo da destra) dietro a Salvini sul palco della Lega a Colico

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COMUNITÀ MONTANA, COSA T'ASPETTI DAI NUOVI VERTICI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO