RIDURRE LO STRESS DURANTE L’EMERGENZA DA CORONAVIRUS



LECCO – La massima attenzione delle istituzioni e dei cittadini è rivolta agli effetti della quarantena generalizzata per sconfiggere la bestia invisibile, però si devono fare i conti anche con altri effetti di questa emergenza Coronavirus: uno di questi è il turbamento psicologico. Aumentano i casi di ansia, paura (di venire contagiati), depressione e disturbo post-traumatico da stress per via dell’incertezza sull’andamento del fenomeno e le limitazioni della libertà individuale è un alleato di quel tipo di disagi, ma è indispensabile che tutti mantengano un comportamento responsabile e razionale per evitare di vedere ancora altre persone in giro senza un motivo valido.

Erika Cecchetto della redazione di Reviewbox.it, con cui collabora in qualità di autrice esperta di Dispositivi Hi-Tech, ricorda come il Governo cinese abbia messo in atto il  tracciamento di massa degli spostamenti della popolazione tramite i dati raccolti dall’app mobile WeChat, per capire in tempo reale come si muove la popolazione e poter elaborare previsioni sullo sviluppo del contagio. In tal senso si sta muovendo anche il COVID-19 Mobility Monitoring project, portato avanti da Fondazione ISI insieme a Cuebiq Inc. e Università di Torino per monitorare specifiche aree italiane, avvalendosi di dati generati dal GPS dei cellulari che confluiscono nei database degli operatori telefonici; non mancano gli scettici sugli aspetti etici della strategia, evidenzia Erika Cecchetto, per l’evidente invasione della privacy a fronte di un interesse alla salute pubblica.

La situazione è nuova quasi per tutti, perciò la prima cosa da fare è sforzarsi di mantenere una routine regolare, trasformando la paura in attenzione per le precauzione e gestire come sempre casa, lavoro e famiglia. Non trascurare il riposo, malgrado l’insonnia per via della preoccupazione, per conservare una corretta alternanza sonno-veglia così come la vita di relazione con l’aiuto di tanti servizi in cloud. Un’attenzione particolare ai bambini, che  hanno bisogno di stare accanto ai genitori, essere ascoltati e appoggiati, evitando loro il bombardamento di notizie in favore dei momenti di gioco insieme.

Un buon suggerimento di Erika Cecchetto è il ricorso alle app rilassanti e antistress come Headspace per il mental coaching, Calm e Mindfy pronte a guidare l’utente fra sessioni di training autogeno accompagnato da una corretta respirazione distensiva, su musiche newage per mettersi in ascolto con le proprie sensazioni e riequilibrare corpo e mente. Strumenti facili da usare e importanti per creare momenti di decompressione dalla tensione accumulata a causa delle restrizioni, per ritrovare l’armonia interiore e migliorare la convivenza con le altre persone della casa.

Non bisogna dimenticare lo svolgimento della attività fisica ripetuta e costante anche all’interno dei limitati spazi domestici, con semplici esercizi come lo yoga, la cyclette e un po’ di pesi accompagnati da una sana alimentazione. A questo proposito è importante tener conto di come la quarantena modifichi la disponibilità di cibi, pensando di integrare alcune vitamine fondamentali come la vitamina B12 per contrastare la “pseudoanemia da sport” o la vitamina D che contribuisce a combattere l’osteoporosi in carenza di moto e di esposizione ai raggi del sole.




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

LA LETTERA DEL "CORVO"

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

aprile: 2020
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930