CON LA PANDEMIA LA MODA ADESSO SI VEDE E SI VENDE ONLINE



Sono state numerose le complicazioni causate dalla pandemia all’economia non solo italiana, ma globale. I settori caduti in crisi sono stati parecchi, con diverse aziende messe in ginocchio dall’emergenza sanitaria, ed è un discorso che ha riguardato anche il comparto della moda. Senza poter più andare in negozio, e senza la possibilità di organizzare sfilate, si sono cercate nuove soluzioni per riuscire a mandare avanti una delle industrie più importanti per la nostra economia (e non solo). Lo sbocco giusto, però, è stato trovato tutto sommato rapidamente, e qui si fa riferimento agli e-commerce.

La crescita degli e-commerce di moda

Con l’avvento del lockdown gli italiani hanno iniziato ad acquistare online in modo massiccio e, anche se le difficoltà di marzo e aprile non sono paragonabili a quelle attuali, la tendenza dello shopping online continua ad imperversare. Questo, perché è diventata per molti una vera e propria abitudine quotidiana. Oramai sono numerosi i consumatori che, per acquistare prodotti di moda e sentirsi sicuri, cercano capi e accessori anche classici e di lusso come le scarpe Armani da uomo su YOOX, da sempre uno degli e-commerce di punta in questo settore. E poi ci sono i dati che testimoniano il grande successo dei negozi elettronici, il cui valore complessivo dovrebbe raggiungere i 22,7 miliardi di euro entro la fine del 2020. Per quanto riguarda il comparto moda e abbigliamento, il canale online ha messo a registro un aumento delle vendite superiore al 21%, con un valore complessivo arrivato a quota 4 miliardi di euro circa.

Anche le sfilate si trasferiscono online

Non solo vendite, ma anche spettacolo, perché il lockdown e la necessità del distanziamento sociale hanno costretto gli stilisti e le case di moda ad inventarsi nuove soluzioni digitali. Ed ecco che anche le sfilate oggi si spostano su Internet, come nel caso della MFW. La Milano Fashion Week ha infatti deciso di imbastire un’edizione quantomeno unica nel suo genere, ricorrendo al digitale. Il tutto è “andato in onda” dal 14 al 17 luglio, con una quattro giorni che ha permesso agli appassionati di seguire le sfilate collegandosi in rete, 24 ore su 24. È chiaro che le sfilate dal vivo hanno tutt’altro sapore rispetto a quelle live trasmesse sul web, ma di questi tempi bisogna fare di necessità virtù, e operare con gli strumenti a disposizione rispettando le regole. Di contro, questo sistema potrebbe aver aperto una breccia in un universo spesso chiuso e restio alle novità. In sintesi, quella che oggi pare essere una soluzione di ripiego, domani potrebbe diventare una preziosa opportunità da sfruttare, come già accaduto con altri sistemi come lo smart working e lo smart learning.

Nonostante la speranza sia certamente quella di tornare alla normalità il prima possibile, una situazione come questa sta apportando al settore una serie di cambiamenti che potrebbero anche accelerarne la ripresa una volta conclusa la pandemia.

 




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

SCUOLE, DAD O IN PRESENZA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

novembre: 2020
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30