MONTAGNA: C’È DIFFERENZA TRA ‘PISTE DA SCI’ E ‘AREE INNEVATE’. LA VALTELLINA CHIEDE A ROMA RISPOSTE SUGLI IMPIANTI



SONDRIO – Di interesse anche per il nostro territorio quanto la Prefettura di Sondrio sta chiarendo in questi giorni rapportandosi con Regione Lombardia e con i Ministeri romani.

Il prefetto valtellinese Salvatore Pasquariello ha infatti precisato ai sindaci e agli impiantisti di suo competenza che sussistono significative differenze tra “pista da sci” ed “area innevata”, in quanto la prima è un’area in concessione – con neve battuta – gestita da un privato o da una società che ne è responsabile ai fini della vigilanza e della sicurezza ed è sottoposta a collaudi prima dell’apertura al pubblico. Le piste, ancora, sono soggette a particolari norme di comportamento e possono essere utilizzate solo se aperte, in quanto per la loro conformazione si prestano ad essere percorse a velocità sostenuta.

Le “aree innevate”, invece, sono frequentate da amatori della montagna che sono obbligati, in base alla legge regionale della Lombardia 1 ottobre 2014, a portare al seguito i dispositivi di autosoccorso (pala, Arva e sondino).

> CONTINUA A LEGGERE su

Neve. ‘Pista’ o ‘area’, c’è differenza: ora Roma risponda sugli impianti

 




VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

FAR PAGARE I SOCCORSI A CHI VA IN MONTAGNA NON ATTREZZATO?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO