NUOVE SCUOLE A INTROBIO, IN CONSIGLIO L’ACQUISIZIONE DEL TERRENO DIVENTA “ATTO PROGRAMMATICO D’INDIRIZZO”



INTROBIO – Consiglio comunale con pochi punti in discussione ma lo stesso con molto pepe.

Era atteso il dibattito sulla “acquisizione” del famoso lotto di terreno su cui edificare le nuove scuole introbiesi – vero fiore all’occhiello del sindaco Airoldi insieme al futuribilissimo ospedale di comunità – ma è stato scontro, a partire dalle parole… Precedentemente al consiglio era già stato fatto notare alla segretaria, dal consigliere di opposizione Lino Artusi, che quella dicitura “Acquisizione” poteva dar adito a fraintendimenti. La dottoressa Malugani ha così modificato il concetto, sostituendola la parola con “atto programmatico di indirizzo”.

La minoranza consiliare, interpellata da VN a proposito dell’astensione, ha chiarito di essere “favorevole nel merito della costruzione della nuova scuola, ma assolutamente contraria a spendere soldi dell’amministrazione comunale per quel terreno, essendoci possibilità alternative su terreni già in possesso del Comune”.

Confronto anche sul punto n. 4 all’ordine del giorno, su un immobile soggetto a intervento di recupero: l’opposizione ha chiesto chiarimenti in merito alle aree a parcheggio che vanno considerate in quella ristrutturazione, per poter procedere a un voto favorevole. “Apprezzando ogni intervento di riqualificazione del centro storico” ma appunto chiedendo delle specifiche – che però l’attuale responsabile dell’Ufficio Tecnico (vale a dire il sindaco) non è stato in grado di fornire. A quel punto, con colpo di scena piuttosto originale per una “normale”  seduta consiliare, si è dovuto interpellare telefonicamente il tecnico comunale, l’architetto Rossana Casari.

Qualche noterella interessante anche a inizio e fine consiglio. In apertura, importante intervento internazionale del borgomastro Airoldi: “Ufficialmente dico che l’amministrazione di Introbio, almeno per quanto riguarda il
nostro gruppo, non esprime giudizi sui torti e le ragioni di chi sta facendo la guerra, però in modo ferreo dice che la guerra non è accettabile assolutamente da parte nostra, la guerra fa male a tutti semplicemente, al di là tutto l’amministrazione ha dato un segno verso l’esterno della nostra vicinanza comunque al popolo ucraino. Proponiamo un minuto di silenzio”.

E in tema , al termine del consiglio, la consigliera di opposizione Nadia La Vecchia ha chiesto la parola dichiarando che “Noi abbiamo molto apprezzato il minuto di silenzio ma ci piacerebbe che questo minuto venisse concretizzato in un documento di condanna dell’invasione dell’Ucraina votato da tutto il Consiglio Comunale, se possibile. Se siamo tutti d’accordo lo votiamo e passa come consiglio comunale. È una cosa più politica”.

Fuori dall’ordine del giorno infine una piccola disputa sul taglio degli alberi in Villa Cademartori (scuole elementari) col sindaco che chiede alla minoranza se abbia domande da fare, ottenendo la risposta che il gruppo antagonista della maggioranza ha chiesto in merito un accesso agli atti e che ne discuterà “quando i documenti saranno in nostro possesso”.

RedInt

VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

PER AVERE TURISMO È DAVVERO NECESSARIO COSTRUIRE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO