MISURATORI DI PRESSIONE: ALLA SCOPERTA DEL MANOMETRO DIFFERENZIALE



In diverse realtà lavorative tra gli strumenti professionali necessari per lo svolgimento quotidiano delle attività rientrano i misuratori di pressione. Per soddisfare le esigenze dei professionisti sono stati immessi sul mercato vari modelli di dispositivi per la misurazione della pressione e tra questi sta conquistando una fetta sempre più ampia del mercato il manometro differenziale. Scoprire le caratteristiche principali di questa versione di manometro e i suoi impieghi più diffusi può tornare utile in fase di confronto delle soluzioni disponibili, garantendo ai professionisti una semplificazione della scelta del modello di manometro più appropriato alla tipologia di misurazioni che devono essere effettuate. Uno dei dispositivi più richiesti dagli utenti è il manometro differenziale di RS Italia, realtà leader per professionisti e imprese che cercano strumenti e accessori di qualità altamente funzionali.

Manometro differenziale: come funziona questo dispositivo?

I manometri differenziali hanno un meccanismo di funzionamento che differisce dai manometri standard. Per entrambe le tipologie di dispositivo lo scopo ultimo è la misurazione della pressione, ma i modelli differenziali sono in grado di misurare la pressione in due punti distinti del sistema, indicando la differenza di pressione tra di essi. Ciò li differenzia dai modelli standard, i quali invece rilevano la pressione in un unico punto del sistema e non sono utilizzabili per effettuare la misurazione in contemporanea in due punti differenti.

In realtà la differenza di pressione tra due punti di un sistema si potrebbe calcolare anche con un manometro classico, effettuando le due misurazioni separatamente e procedendo con la sottrazione per il calcolo della pressione differenziale. Il dover effettuare due misurazioni distinte introduce però nella procedura una possibilità di errore, motivo per cui i professionisti preferiscono utilizzare uno strumento che consenta la misurazione in contemporanea in due punti differenti. In questo modo si evitano le possibili imprecisioni delle singole misurazioni e il calcolo della pressione differenziale viene effettuato in automatico dallo strumento impiegato.

I modelli differenziali dispongono di due camere del fluido, le quali sono separate da un elemento di pressione. Quando il dispositivo viene collegato a due punti di un sistema nel caso in cui si dovesse avere una differenza di pressione si verificherebbe lo spostamento del fluido da una camera all’altra, mentre nel caso in cui la pressione fosse uguale nei due punti non si avrebbe alcuno spostamento di fluido. Il manometro differenziale stima dunque la differenza di pressione tra i due punti a cui è stato collegato convertendo il movimento meccanico del fluido in valori di pressione.

Quali sono le applicazioni dei manometri differenziali?

I modelli di manometri differenziali hanno diverse applicazioni e sono apprezzati in ambito professionale perché riducono il rischio di errore e garantiscono una semplificazione della misurazione della pressione differenziale all’interno di un sistema.

L’impiego principale di questi dispositivi è per l’analisi dei filtri, ai quali viene affidato il compito di trattenere i contaminanti dei fluidi. Può capitare che i residui trattenuti dal filtro portino a un’ostruzione dello stesso e ciò comporta una riduzione dell’efficienza complessiva del sistema. Grazie ai manometri differenziali è possibile verificare la presenza di eventuali cadute di pressione e individuare i filtri ostruiti da sostituire. Tutto ciò semplifica la manutenzione degli impianti e aiuta a evitare gravi danni che potrebbero rallentare il processo produttivo e far nascere costi per la riparazione degli impianti.

I modelli differenziali sono impiegati anche negli scambiatori di calore. Come per i sistemi con filtri, nei sistemi con scambiatori di calore i costi delle riparazioni possono essere elevati se si verificano danni notevoli, motivo per cui è preferibile fare un’attenta manutenzione e delle verifiche periodiche. Con i manometri che misurano la pressione differenziale ci si può accertare che nelle varie aree del sistema la pressione sia corretta e che il delta di pressione sia quello appropriato per il giusto funzionamento del sistema stesso.

VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

NUOVA COLATA DI CEMENTO SULL'ALTOPIANO VALSASSINESE

  • Basta, stanno distruggendo l'ambiente (50%, 254 Voti)
  • Sì allo sviluppo ma senza pregiudicare il territorio (23%, 120 Voti)
  • Con quei soldi si può investire diversamente (14%, 73 Voti)
  • È la modernità, baby... (6%, 31 Voti)
  • È sempre il solito magna-magna (5%, 26 Voti)
  • L'argomento non mi interessa (2%, 8 Voti)

Totale votanti: 512

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO