C.A.S. DI MAGGIO, IL COMUNE: “ECCO TUTTI I NOSTRI SFORZI, SIN DAL 2014”



Centro di accoglienza straordinaria (C.A.S.), presso la struttura “Istituto Pavoniano Artigianelli” frazione Maggio. In riscontro quanto evidenziato nell’articolo riportato da parte della Vs. Spett.le redazione, circa “l’addebito” di eventuali responsabilità dell’Amm.ne Comunale in merito alle mancate azioni poste in essere, con riferimento all’articolo in data 18 c.m. ed alle citazioni espresse:
Le destre si contendono i voti sul c.a.s. di Maggio. – “dove erano gli amministratori?
“Ci chiediamo se chi avrebbe dovuto amministrare e governare la situazione fino ad oggi abbia fatto al meglio il proprio dovere”

Tengo a precisare che l’Amministrazione Comunale di Cremeno ha posto in essere sin dall’apertura della struttura (anno 2014) a tutt’oggi, tutte le azioni concesse in termine di Legge, altresì ha provveduto ad inoltrare continue segnalazioni agli organi competenti ben rappresentando le problematiche territoriali, sociali ed amministrative in merito alla gestione del C.A.S.

Voglio inoltre evidenziare che nell’anno 2016, su espressa richiesta del sottoscritto vi era stato un sopraluogo congiunto presso il Centro con la presenza dell’Ex Senatore della Lega Nord Paolo Arrigoni, il quale conseguentemente ha presentato in Aula a Palazzo Madama una mozione al Governo per rappresentare lo squilibrio tra residenti/immigrati, nonché la richiesta di intervenire sulla normativa in ordine all’iscrizione anagrafica comunale e successivo rilascio delle carta d’identità per i richiedenti asilo al fine di sgravare il Comune delle accertate nuove incombenze e oneri.

In ultimo alla luce anche degli ultimi accadimenti si è inoltrata per il tramite del Consigliere Regionale della Lega Nord Mauro Piazza, richiesta al Ministro dell’Interno Prefetto Matteo Piantedosi ed al Sottosegretario del Ministero dell’Interno Onorevole Nicola Molteni, di intervenire ai fini della chiusura e/o ridimensionamento del C.A.S.

Pertanto, respingo convintamente eventuali supposizioni di responsabilità in capo all’Amministrazione Com.le e di contro chiedo a quanti solo ora hanno riscontrato la problematica ed espresso tali considerazioni (visto che il problema era ben noto e conosciuto), perché questa presa di posizione emerga solo in questo frangente.
Ribadendo quanto già più volte segnalato nelle note inviate ai vari soggetti Istituzionali interessati ed ai responsabili della struttura, e rappresentato in precedenti comunicati, articoli, ecc., al fine di dirimere ogni dubbio circa gli interventi posti in essere da parte dell’Amministrazione comunale si rappresentano alcune delle note trasmesse in questi anni:

anno 2014 Intervento di sopralluogo di verifica di condizioni della struttura
18.05.2015 Segnalate le difficoltà venutesi a creare a seguito della continua e pressante presenza di un numero così elevato di immigranti nel centro c.a.r.a
04.07.2016 Sollecito scritto, a seguito di numerosi precedenti richiami verbali, in merito alla mala gestione della raccolta differenziata dei rifiuti all’interno della struttura al centro c.a.r.a.
14.07.2016 Richiesta al centro c.a.r.a. di voler risolvere le problematiche in merito alla differenziazione dei rifiuti ai fini della corretta raccolta.
05.08.2016 Nota in merito al mancato pagamento del titolo di viaggio sugli autobus.
17.08.2016 Richiesta al CAS di voler far osservare ai migranti le norme in materia di trasporto pubblico
30.09.2016 Comunicazione aumento carico di lavoro all’ufficio anagrafe in relazione ai migranti e sproporzione tra il numero dei residenti e quelle degli immigrati presenti presso il centro di accoglienza.
26.10.2016 Richiesta intervento ex senatore Lega Paolo Arrigoni anno 2016 con il quale è stato. Effettuato un sopraluogo congiunto e conseguente presentazione mozione Parlamentare;
18.11.2016 A seguito dell’approvazione della graduatoria relativa all’assegnazione dei posti di accoglienza previsti dal bando di accoglienza diffusa, si chiedeva di conoscere quali fossero le prospettive e i concreti interventi di coordinamento che si intendeva adottare in relazione alla presenza sul territorio comunale di un massiccio numero di migranti in continuo aumento, di tutti i soggetti coinvolti nella gestione dell’accoglienza dei migranti sul territorio della Provincia di Lecco. Si ribadiva, inoltre, che l’aumento di carico di lavoro per l’ufficio anagrafe del comune determinato da continue richieste di iscrizione anagrafica da parte degli immigrati ospiti del centro di accoglienza, era diventato insostenibile con la sospensione delle iscrizioni anagrafiche e il rilascio delle carte d’identità nelle more di definizione degli esiti del bando sull’accoglienza diffusa.

01.08.2017 Segnalazione in merito ad abbandono rifiuti e richiesta al responsabile CAS di provvedere a porre rimedio.
28.08.2017 segnalazione in merito ad abbandono rifiuti a seguito di incremento della quantità di rifiuti rinvenuti in prossimità del centro di accoglienza.
06.04.2021 segnalazione di abbandono rifiuti e richiesta al responsabile CAS di provvedere a porre rimedio e a sensibilizzare gli ospiti circa le procedure di raccolta differenziata.
12.04.2021 invito al CAS a porre rimedio alla problematica dell’abbandono dei rifiuti ed alla sensibilizzazione degli ospiti circa le procedure di raccolta differenziata.
30.04.2021 Segnalazione agli organi competenti circa il numero delle presenze e problematiche di gestione.
21.11.2022 Segnalazione circa la pericolosità del transito pedonale degli ospiti del CAS sulla sp64 tra Balisio e Cremeno, loc. Casere, si portava all’attenzione del CAS la necessità di sensibilizzare i propri residenti sulle norme del cds sul transito pedonale su tratti stradali pericolosi.
11.01.2023 richiesta al Ministro dell’Interno ed al Sottosegretario Molteni dell’attuazione di interventi di chiusura e di immediato ridimensionamento delle presenze presso il Centro.

In data odierna sono stato contattato personalmente da parte del Sottosegretario al Ministero degli Interni Onorevole Nicola Molteni, il quale mi ha confermato il suo diretto interessamento presso il Ministero e per il tramite degli organi competenti al fine di poter trovare una soluzione circa la presenza di immigrati nel Comune di Cremeno. Lo stesso mi ha rappresentato le difficoltà da parte del Ministero in merito alla criticità a livello nazionale del collocamento dei profughi in relazioni ai continui sbarchi, fermo restando la ferma volontà di trovare una soluzione per il Comune di Cremeno.

Pier Luigi Invernizzi
Sindaco di Cremeno

 

VIDEO/E LI CHIAMANO GUARDRAIL...

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

COME SI OCCUPA LA POLITICA DELLA VALSASSINA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

gennaio 2023
L M M G V S D
« Dic    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031