TURISMO, TURISMO… POI FACCIAMO DUE GRAN COSE LO STESSO GIORNO



Domenica 10 ottobre: Premana rivive l’antico mentre Moggio propone i suoi profumi e sapori. Tutti insieme appassionatamente. Non è che la somma delle migliaia di partecipanti alle due manifestazioni si possa raccogliere per ciascuno degli eventi, separati. Ma certo qualcosa in più si potrebbe ottenere. Eppure da anni va in scena la stessa storia, alla faccia dei paroloni; di uno in particolare: COORDINAMENTO. Per citare un’anima malvagia, quando sento la parola COORDINAMENTO la mano corre alla fondina…

Sì perché mentre sempre più spesso si lamentano le (effettive, per carità) carenze economiche, i trasferimenti dallo Stato spariscono e in generale è scarsa l’attenzione per questa parte d’Italia e di Lombardia e di lecchese, fa disperare la constatazione che il famoso COORDINAMENTO non è cosa particolarmente onerosa in termini di euro. Mettere insieme le agende e accordarsi comporta un capitale evidentemente più difficile da reperire che quello biecamente monetario: le rotelline che girano per bene nelle teste son roba raffinata, preziosa e a quanto pare assai rara. Non lo diciamo riferendoci alla giornata di oggi in particolare, la questione è globale quanto annosa.

Pro Loco varie, sparse sul territorio, ma nessuna "maxi" azienda o agenzia che promuova per bene il turismo in Valsassina. E quando queste, le Pro Loco, si associano per meritoriamente far qualcosa tutte insieme finisce che, come nel caso recente di Ballabio, 5 associazioni raccolgono in tutto 15 presenti. Tre a testa. Una pizza di classe tira in piedi il doppio dei partecipanti. Ma al di là del caso di specie, si sente proprio la mancanza di una regia, e la riprova sta nel fatto che (scusa Stefano Gianola, lo sappiamo che gli ennesimi complimenti ti procurano l’orticaria..) una singola agenzia di promozione c’è e funziona bene. Si chiama come noto "Alta Valsassina" e il suo lo fa egregiamente, malgrado la cronica carenza di prospettive. Beffardamente, a codesta spettabilissima agenzia si rivolgono in tanti, da tutta Italia, per avere le benedette informazioni che spettano di diritto a chicchessia. Le informazioni turistiche SULLA VALSASSINA TUTTA.

Dice il turista desideroso di sbattere qualche euro e le sue settimane di vacanza in questa bella Valle: scusi, mi dà notizie? Risponde Gianola (via mail, di persona e sempre nei dieci giorni di Sagra delle Sagre): tenga, questo è il dépli dell’Alta Valsassina, poi se vuole le dico al volo che a Barzio c’è questo, a Pasturo quell’altro e la Val Biandino è bella col suo Lago di Sasso (finché c’è, ndr).

Ma stiamo scherzando? Siamo nel 2010 e ancora non esiste un sito internet che faccia promozione SPECIFICA di un’area vasta come la nostra. Cercate Valsassina su Google e gli unici siti aggiornati che escono, perdonate l’immodestia, sono Valsassinanews e appunto l’agenzia dei bravi ragazzi dell’Alta. Roba istituzionale, meglio non parlarne. E il COORDINAMENTO? Prima di estrarre la pistola dalla famosa fondina, facciamo in tempo a ricordare una serata recente: al "processo" alla Sagra delle Sagre tanti han chiesto che la suddetta Sagra funzioni anche da sportello turistico, si renda luogo di OPPORTUNITA’ (altra parola facile e abusata), si faccia vetrina di blablabla.

Non è sbagliato, intendiamoci. Sfruttare un’esposizione da centomila e passa visitatori per fare promozione della Valle è quasi una banalità (è strano semmai che la cosa non avvenga). Ma è un po’ una foglia di fico posta sulla nudità sottostante, sul vuoto penumatico che c’è, in termini di proposte e di COORDINAMENTO.
Bang!

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COMUNITÀ MONTANA, COSA T'ASPETTI DAI NUOVI VERTICI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO