Cortenova, parrocchiale strapiena per la celebrazione della Virgo Fidelis



Una parrocchiale stracolma di fedeli quella che ha ospitato le celebrazioni della Virgo Fidelis a Cortenova. La messa nel tardo pomeriggio di sabato ha visto come di consuetudine numerose autorità civili e militari: molti i sindaci e i rappresentanti delle associazioni (Protezione Civile, gli Alpini, il Soccorso Centro Valsassina, la Croce Rossa) e ovviamente una massiccia presenza di carabinieri venuti a rendere omaggio alla propria patrona. Un momento in cui gli uomini dell’Arma rinnovano la fedeltà alla patria promettendola nei secoli.

 

Virgo Fidelis non trova collocazione nella liturgia della chiesa con una festa dedicata ma per la "benemerita e fedelissima" Arma dei Carabinieri d’Italia costituisce un riferimento valoriale fondamentale, perché Maria accettò di servire la volontà di Dio nell’opera redentrice del genere umano, accogliendo lo scomodo e doloroso ruolo di madre di Gesù.

 

Nell’omelia don Mauro Malighetti ha spiegato come la chiamata della fede è irrevocabile, nonostante molte volte le opere dei suoi discepoli possono fallire all’occhio dell’uomo nella fede sono sempre vincitrici. La speranza e la fede devono infondere coraggio, soprattutto quando nell’anima dell’uomo pare che non ci sia irrimediabilmente più niente da fare: "Di fronte alle cose umanamente impossibili bisogna confidare nell’intervento divino" ha affermato il sacerdote.

Una parola è stata spesa anche per chi lavora nelle forze armate: i carabinieri in primis, ma anche tutte le altre armi al servizio dei cittadini, per i quali la Virgo Fidelis è fonte di ispirazione e conforto. Come esprime l’invocazione della preghiera a lei dedicata, qui sotto riportata integralmente.


Virgo Fidelis 

In una luce fulgida di fiamma, com’ali bianche nell’azzurro ciel,
al tuo trono corrusco, o dolce Mamma, sale il palpito del figlio tuo fedel,
che in silenzio preparò il suo cuore ed in silenzio veglia l’avvenir su lui rivolgi gli occhi tuoi d’amore rendi nobile e lieve il suo soffrir.

Se di baleni il simbolo d’argento sulla mia fronte ai raggi guizzerà,
e la Bandiera a raffiche di vento nel tripudio di luci ondeggerà,
allor più ardente delle tue legioni un grido solo a Te si leverà,
o nostra stella, che nel ciel risuoni giuramento d’amore e fedeltà.

Tu sei Regina dell’eterna corte perché salisti il monte del dolor 
il cuore mio non fermerà la morte perché ha giurato fede al tricolor!

 

 

 

 

 







LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

novembre: 2010
L M M G V S D
« Ott   Dic »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

METEO Valsassina




I SONDAGGI DI VALSASSINANEWS

ECCESSI DI VELOCITÀ: GIUSTO MULTARE "A OCCHIO"?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...