PAGNONA, PSICOSI-FURTO (PERFINO RAPINA) MA FORSE IL COLPEVOLE È… UN GATTO



Ci piace poter scrivere una notizia di questo genere, perché tra le funzioni fondamentali di un giornale c’è quella di verificare le fonti per poi cercare di raccontare verosimilmente i fatti ed evitare che il passaparola, di bocca in bocca, colori, aumenti, distorca – come raccontava il Manzoni nei "Promessi Sposi". Il caso è quello di un banale risuonar di antifurto, nella notte pagnonese. Il locale di Gabriele Tagliaferri è dotato di un sistema d’allarme, fatto scattare con ogni probabilità da un gatto. La questione è stata in ogni caso segnalata alle forze dell’ordine (nella fattispecie i Carabinieri di Casargo); da qui, la progressione incontrollabile delle voci. Prima quella di un tentato furto, poi il furto vero e proprio e infine addirittura una rapina in piena regola.

PAGNONA, PSICOSI-FURTO (PERFINO RAPINA) <BR>MA FORSE IL COLPEVOLE È... UN GATTOIn realtà i militari dell’Arma si sono recati sul posto e hanno verificato la situazione: nessun segno di effrazione, nulla che certificasse nemmeno alla lontana un "colpo" (anche solo la presenza dei soliti ignoti). Anzi, secondo la famiglia titolare del bar l’ipotesi più probabile ìè quella del… felino.

Eppure, ieri – a una settimana di distanza dal fatterello – la massiccia presenza di pattuglie di Carabinieri e Polizia, associata al sorvolo dell’Alta Valle da parte di un elicottero dei CC, ha fatto rispolverare la storia del furto-rapina. Peccato che si trattasse di un’operazione di prevenzione generale, definita dai vertici lecchesi "normali controlli".
 

Ma quanto costa differenziare un giornale (il nostro) dalla "vecchia", ovvero quella che ancora qualcuno immagina quale migliore "informatrice" su fatti e fatterelli locali? Ieri martedì si intensificavano le indiscrezioni in materia, rafforzate come detto dall’inusuale spiegamento di forze con tanto di elicottero. In tardissima serata giungono sms e segnalazioni su Facebook da più persone. Tra le 23 e le 23:45 partono alcune telefonate di verifica da parte di VN, i controlli proseguono nella mattinata di oggi presso altre fonti fino alla chiusura del cerchio e alla stesura di questo articolo. Complessivamente, il lavoro di un paio d’ore di un redattore, lavoro che fa giustizia intorno ad un episodio molto gonfiato. Qualche giorno fa una vicenda simile aveva riguardato un magazzino di abbigliamento sull’Altopiano, dove il furto c’era stato davvero; anche in quel caso però erano circolate le versioni più disparate e il tam tam locale riportava improbabili carichi di Tir pieni di merce – in realtà si era trattato di un colpo "mirato", in cassa, che aveva fruttato tremila euro.

Compito di un mezzo d’informazione è quello di arrivare alla ricostruzione più vicina ai fatti effettivamente avvenuti (tralasciando le ipotesi). Per questo lavoro le fonti accreditate, sono le forze dell’ordine, i soggetti coinvolti a vario titolo e solo eventualmente testimoni oculari ma non "di seconda mano". Per evitare che un gatto si trasformi in… rapinatore. magari ricercato con tanto di elicottero.

 

 




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MANCANO I VACCINI ANTINFLUENZALI

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

aprile: 2013
L M M G V S D
« Mar   Mag »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930