QUELLE TRE MOSTRE A MOGGIO CHE INTERROGANO NELL’ANIMO



Tra le numerose iniziative in corso in Valsassina – per la maggior parte di tipo ricreativo di tutti i tipi-, c’è spazio anche per alcune proposte religiose che si intersecano tra tradizioni, spesso centenarie, e fede che in Valsassina è ancora forte e vitale. La troppo poca cultura proposta, per forza seria rischia di restare sconosciuta ai più, se non nascosta e quindi scarsamente visitata.

Si sono da poco concluse le tre mostre organizzate da don Agostino Briccola nel salone parrocchiale di Moggio: una prima mostra con 18 pannelli dal titolo: “Liberi per credere” in occasione della libertà religiosa offerta da Costantino nel centenario del 313 dC, una seconda dal titolo: “I martiri di oggi” con 20 pannelli sulle persecuzioni di cristiani nel mondo e una terza mostra, molto rilevante, riguardante i libri di sant’Agostino in dotazione alla biblioteca parrocchiale: i suoi scritti, i vari studi e commenti, la sua agiografia, a partire dal 1500 ai nostri giorni.

Grazie a don Agostino mettiamo a disposizione di tutti i volumetti editi dalla sua biblioteca da scaricare e leggere

Parlare di martirio dei cristiani in un mondo come il nostro, così benpensante che vuole cacciare il sacrificio persino dalla messa per sostituirlo con le feste da discoteca, è troppo scomodo: ma è anche questo nostro atteggiamento che contribuisce a scavare le catacombe nei paesi di quei cristiani che sono costretti in vario modo ad abiurare la fede in Gesù. Parlano i numeri: in meno di un secolo coloro che professavano la fede cristiana in Iraq sono passati dal 20% (all’inizio del 1900) al 2% dei giorni nostri, con una notevole accelerazione negli ultimi anni.

Scarica il volumetto da leggere [martirio_cristiani]

“Liberi per credere” è il titolo sintetico scelto per legare tra loro le diverse iniziative che contrassegneranno l’Anno Costantiniano. Una variante rispetto alla più nota espressione “Liberi di credere”, il cui significato è finalizzato a leggere l’anniversario in riferimento al valore della libertà religiosa nello spazio pubblico, nel suo spettro più ampio possibile.

Un concetto che Benedetto XVI ha ben sottolineato nel suo Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace del 2011. «Quando la libertà religiosa è riconosciuta, la dignità della persona umana è rispettata nella sua radice, e si rafforzano l’ethos e le istituzioni dei popoli – affermava il Pontefice, richiamando la piena attualità dell’insegnamento della Dignitatis Humanae -. Viceversa, quando la libertà religiosa è negata, quando si tenta di impedire di professare la propria religione o la propria fede e di vivere conformemente a esse, si offende la dignità umana e, insieme, si minacciano la giustizia e la pace, le quali si fondano su quel retto ordine sociale costruito alla luce del Sommo Vero e Sommo Bene».

Scarica il volumetto da leggere [ doceditto_costantino ]

Aurelio Agostino d’Ippona è nato a Tagaste il 13 novembre 354 e morirà ad Ippona il 28 agosto 430. E’ stato un filosofo, vescovo e teologo latino. Padre, dottore e santo della Chiesa cattolica, è conosciuto semplicemente come sant’Agostino, ed è detto anche Doctor Gratiae (“Dottore della Grazia”). Secondo Antonio Livi, filosofo, editore e saggista italiano di orientamento cattolico, è stato «il massimo pensatore cristiano del primo millennio e certamente anche uno dei più grandi geni dell’umanità in assoluto». Le Confessioni sono la sua opera più celebre.

Scarica il volumetto da leggere [ Agostino_vita_scritti ]

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

CAMBIAMENTI CLIMATICI: PROBLEMI ANCHE IN VALSASSINA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO