PGT INTROBIO: COMMENTI E DICHIARAZIONI



Punti di vista diversi, motivazioni ed obiettivi a loro volta differenziati ma sia Riccardo Acquistapace sia Gianfranco Magni esprimono opinioni interessanti a proposito di quanto accaduto in questi giorni (e prima). Ospitiamo in questa pagina una breve dichiarazione di Magni a proposito del suo voto negativo espresso ieri e il testo integrale del duro intervento di Acquistapace contro la minoranza in consiglio. Concluso così: "E sì, ringrazio anche loro per la loro inestimabile compagnia, quelle 4 sedie vuote".

GIANFRANCO MAGNIPeriti Industriali italiani, l'introbiese GF Magni riconfermato segretario
Per la completezza dell’informazione, segnalo che ero presente ed ho espresso voto contrario; ho detto in aula consiliare che votavo contro perchè erano confermatI il non maggiore coinvolgimento della popolazione e la condivisione che avevo auspicato, entrambe cose scritte nel mio documento presentato la sera prima – ma non se ne è fatto niente (qualcuno ha definto pagliacciate queste riunioni, io non ho raccolto).
 

RICCARDO ACQUISTAPACE
INTROBIO, CACCIA AL SOSTITUTO DI GF MAGNI. SCOMMETTIAMO CHE SARA' ACQUISTAPACE?Apro questa mia “memoria”, atto ultimo di un percorso per arrivare all’Approvazione finale del PGT lungo 4 anni , a differenza di quanto detto nella serata di ieri da Fernando di non stupirsi più dell’assenza della minoranza, con una lieve di nota di stupore. Sono passati 4 anni da quando per la prima volta ci siamo incontrati con l’Arch. Egizi ed il Collega Favaron per la stesura del canovaccio del PGT e dello studio Vas. Ricordo come se fosse oggi la svogliatezza e la mancanza di intenti da parte di tutto lo staff, sia dell’allora ufficio tecnico (Geom. Melesi) sia da parte dei professionisti appena citati, per redarre questo “benedetto” ed atteso piano di governo del territorio; Delusione dovuta ai ripetuti battibecchi e diserzioni da parte dell’allora Amministrazione comunale sia agli incontri atti alla stesura del piano, sia fra i tecnici incaricati e appunto l’amministrazione, sia fra i vari enti sovraccomunali che dettano le linee guida, la prova del nove di tale impegno superficiale sta nel fatto che addirittura l’Arch. Favaron e l’Arch. Egizi fossero in mancanza di disciplinare d’incarico dal 2005.
La disciplina nuova del piano è stata materia di animate e accese discussioni all’interno del nostro gruppo di lavoro sin dagli albori, passare dalla mentalità “azzonata” e di PRG lunga vent’anni al cospetto di una nuova forma di urbanistica, fatta di ambiti, perequazioni, Documenti di piano e studio dei servizi ammetto è stata dura per chiunque di noi, avvalorata dalle difficoltà incontrate nel percorso di stesura del piano persino dai professionisti che ci hanno seguito in questi anni dall’ufficio tecnico (dal Geom. Ferrari, ad oggi con l’Ing. Vitali). Il mio stupore nasce dalla continua assenza di motivazioni e suggerimenti da parte della minoranza, gruppo che anche venerdì scorso 18 ottobre abbiamo invitato in Comune per visionare il Piano in anteprima rispetto alla serata di ieri, ed oggi di approvazione, gruppo alla quale abbiamo messo a completa disposizione Ufficio Tecnico e impiegate comunali per avere copie, delucidazioni e quant’altro necessario per formulare osservazioni, chiarimenti, ecc. sin dal mese di Giugno, ovvero quando il piano ha preso una reale forma di indirizzo è lo si è portato poi ad adozione. Asl, Arpa, la Provincia di Lecco, Legambiente, ognuno di questi enti, attenta al territorio e al rispetto delle Norme di Legge ci hanno chiesto incontri e appuntamenti per redarre osservazioni, critiche e proposte conoscitive e di sviluppo del piano, ribadisco ancora l’assidua corrispondenza ed incontri in Provincia di Lecco e ai vari enti assoggettati ad essa per arrivare al documento finale di piano.
Persino il singolo abitante di Introbio si è informato sullo sviluppo del paese, inerente alla propria proprietà, al fine di capire meglio e proporre un osservazione accrescitiva e atta ad aiutarci nella stesura finale ed ultima del piano, credo che un gruppo che sin dal primo giorno del nostro insediamento si sia proposto come il rappresentate del 50 % della popolazione di Introbio per via dei pochi voti con la quale siamo saliti al Comune, non sia riuscito a proporre a) un osservazione strutturata e completa su tutto quanto riteneva errato e incompleto nel PGT accrescendo il bagaglio di opinioni pervenuto in fase di approvazione (un foglio di carta letto come sempre prima della discussione dell’ordine del giorno, quando si poteva benissimo presentare formale osservazione e farla discutere e leggere a noi, maggioranza, e dibatterla e sostenerla a Voi, minoranza sarebbe stato un momento di confronto importante e di spicco; b) non aver nemmeno provato a catalizzare l’attenzione di tutti coloro che nella vostra “missiva” ritenete insoddisfatti nel presentare un osservazione controfirmata da un numero importante di Introbiesi. Rivango per l’ultima volta il passato per poi avviarmi a concludere facendovi capire di quante lacune e mancanze abbiamo dovuto ovviare Noi gruppo “Aria Nuova” appena insediato in Comune, in fase di stesura iniziale del piano.
Parto dall’Azzonizzazione acustica, documento redatto, commissionato e pagato nel 2005, mai approvato e reso efficace, contenente la cartografia sbagliata e prove acustiche fatte ad oc in zone non di rilevanza per la morfologia del paese; L’aspetto stesso cartografico del Comune di Introbio agli atti dell’ufficio tecnico con un PRG consistente in un lenzuolo ormai “Corroso” dove di tanto in tanto compariva una cartella o in archivio o da qualche armadio qua e la di varianti fatte in maniera sbrigativa e incompleta, che hanno causato un ritardo mostruoso nella ricostruzione dell’evolversi dell’abitato del paese dal 1997 al 2013 (16 anni).
Lo stesso Lago di Sasso, oggetto di Nostro studio faunistico, ambientale ma soprattutto conoscitivo, per indicarlo con la dovuta attenzione al’interno di tutti i documenti di piano, era oggetto di permessi di costruire e convenzioni sulla base di un entità lacuale nemmeno esistente sulle carte. Credo che il continuo astenersi di tale gruppo, non solo nelle sedute di Consiglio Comunale, ma dallo sviluppo del territorio, per i passati 16 anni, lasciando tutto in mano ad un uomo che a imposizione sua decideva l’evolversi della struttura del paese, abbia recato un danno, sotto l’aspetto urbanistico, riconducibile all’attuale abbassamento degli indici volumetrici a discapito dell’accrescimento della zona standard.
Colpa nostra di certo non è se nei database provinciali, e di fatto l’edificazione principale nel comune di Introbio dal 2005 al 2009 siano stati principalmente 4 complessi plurifamiliari che hanno creato volume edificato, invenduto, monetizzazione degli standard e uso infruttuoso del suolo. Altresì ci sentiamo virtuosi, nell’aver redatto uno studio Vas che raccoglie la storia non solo ambientale ma politico-economica del paese degli ultimi 20 anni, nell’aver ottenuto un indice volumetrico (0,8 mc/mq) che integrato con una perequazione degli standard ed una scelta di costruzione ecocompatibile che grazie agli incentivi statali, possa portare il cittadino a soddisfare i propri bisogni in ambito edilizio e portare la soglia dell’indice volumetrico intorno al 1,00/1,1 mc/mq.
Siamo stati sempre disponibili e aperti ad ogni qual sorta di incontro, sia propositivo che di discussione con qualsiasi persona volesse parlare con Noi di “Crescita, di sviluppo, di salvaguardia del territorio e di uso razionale dell’ambiente” , purtroppo nel bene o nel male di questa nostra apertura, abbiamo sempre lavorato soli, senza un’opposizione costruttiva, senza dibattiti che ci portassero alla riflessione, senza nessuno che si facesse portatore dei problemi di chi forse, nessuno me ne voglia, qui non ci hai mai ben visto, nessuno che ci ha indirizzato sulle politiche passate, o almeno aiutato a capirle, nessuno con la quale condividere un’idea di crescita, condividerla e portarla avanti.
Ringrazio il Sindaco, tutta la mia giunta, sia il mio gruppo di lavoro, che gli Arch. Egizi e Favaron, i Geom. Ferrari, Manzini e Novelli, sia tutto l’organico degli uffici del comune di Introbio e in particolare l’Ing. Vitali, per la disponibilità e la preziosa collaborazione che in questi 5 anni non hanno mai fatto mancare, e si ringrazio anche loro per la loro inestimabile compagnia, quelle 4 sedie vuote.

 

 

 

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

CHE SI DICE DEI VALSASSINESI FUORI DALLA VALLE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

ottobre: 2013
L M M G V S D
« Set   Nov »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031