RICHIEDENTI ASILO: 18 AL COE DI BARZIO, TRE A CRANDOLA VALSASSINA



Partiamo da Barzio: sono quindici nigeriani e tre maliani i nuovi ospiti del COE in via Milano. Sbarcati pochi giorni fa sulle coste della Sicilia, sono arrivati questa notte nella casa valsassinese dove attenderanno l’esito della domanda d’asilo. “Abbiamo saputo solo ieri pomeriggio del loro arrivo -ci racconta Carla, volontaria del Centro Orientamento Educativo- e abbiamo giusto fatto in tempo a preparar le camere quando poco dopo la mezzanotte la prefettura li ha accompagnati qui. Vista la data li abbiamo chiamati gruppo primavera”. I ragazzi, tutti maschi ventenni, sono stati sistemati nelle stanze un tempo dedicate al servizio civile.

Le loro finestre si affacciano sull’oratorio, troppo forte la tentazione di resistere a due tiri al pallone, e infatti a mezzogiorno erano già tutti in campo tra gli sguardi incuriositi dei barziesi.

Le impressioni delle volontarie della comunità sono positive: “si tratta di ragazzi scolarizzati, non è una cosa scontata, e la lezione di italiano del pomeriggio ce lo ha confermato. Inoltre sembrano aver intrapreso il viaggio con una forte motivazione. Una situazione ben diversa da quella di due anni fa, quando ospitammo dei profughi africani che nottetempo dovettero fuggire dalla Libia. Erano sconvolti e tre di loro non sapevano né leggere né scrivere. Della storia personale di questi ragazzi non conosciamo nulla, saranno loro stessi a parlarcene nei prossimi giorni”.

Visibilmente stanchi e spaesati, i diciotto migranti osservavano incuriositi la scolaresca che seguiva una lezione in auditorium. La permanenza dei nuovi ospiti nel Centro dipenderà soltanto dall’esito della loro pratica di asilo.

Altre tre migranti, stavolta palestinesi, sono giunti in queste ore ai "Sassi rossi" di Crandola; ben 21 dei 40 richiedenti asilo indirizzati nel lecchese (240 in tutto in Lombardia) hanno quindi raggiunto la Valle, mentre si aggiungono otto tra nepalesi, pakistani e yemeniti all’Albergo del Lago di Bellano, sei al "Gabbiano" di Colico e infine cinque nigeriani ospitati dalla Locanda di Galbiate.Ma come si vede la parte del leone la fa la zona a cavallo tra Valsassina e lago, con 35 persone su 40 destinate ai diversi paesi dell’area della Comunità Montana VVVR.

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COME RIEMPI LE GIORNATE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

STRADE VUOTE, LA VALLE ‘RISPETTOSA’

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO