QUELL’AMIANTO ‘DA SEMPRE’ ABBANDONATO SULLA PROVINCIALE TRA MAGGIO E BALISIO



Non lontano dal colle di Balisio, lungo la strada che dirige verso l’abitato di Maggio, resiste da almeno un decennio una notevola quantità di amianto, depositata senza alcuna precauzione accando al deposito ad uso degli operatori stradali della provincia. All’occhio degli automobilisti più giovani il particolare potrebbe anche sfuggire, in quanto oramai considerabile parte del paesaggio della Provinciale che porta al torrente dell’Acquafredda.

Chi alle spalle ha invece qualche lustro in più ricorda quella mattina di oltre dieci anni fa in cui la piazzola antistante il capanno fu invasa da scarti di materiali edili, forse abbandonati da un incivile nella notte, forse lasciati lì per altre ragioni dagli allora operatori stradali.

Ma ciò non basta per far luce sulla provenienza di quel mucchio, ora ben accatastato, di Eternit. Gli stessi addetti non sono stati in grado di darci una spiegazione.

Resta dunque nel mistero l’origine del materiale che ricordiamo è considerato altamente nocivo e per questo fuori legge in Italia dal 1992.

Le polveri contenenti fibre di amianto, respirate, possono causare gravi patologie, anche tumorali; le norme quindi prevedono la bonifica secondo metodologie ben sperimentate.

Quello che ci auguriamo è che la vicenda di questo deposito di amianto possa avere presto una conclusione nel rispetto della salute e della legge.
 

 

 
 
 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

CHE SI DICE DEI VALSASSINESI FUORI DALLA VALLE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO