LA SAGRA DEL RINNOVAMENTO CHIUDE CON I RECORD MALGRADO IL TEMPO



L’autoironia è nel tratto di Riccardo Benedetti, direttore da decenni della Sagra delle Sagre riconfermato nel team che per il prossimo futuro continuerà a condurre la manifestazione: "Sì, dopo i primi giorni abbiamo iniziato a pensare alle famose piaghe bibliche; mancava solo che il Pioverna si ‘aprisse’ e avremmo avuto in poche ore tutti i problemi immaginabili….". Pioggia, pioggia e ancora pioggia,  parcheggi allagati, code infinite per accedere a questi ultimi, le api (!) con tanto di intervento di Vigili del Fuoco e specialista per catturarle, non ultima l’inedita ispezione dell’ASL e i conseguenti interventi sui punti luce di numerosi stand…

Eppure, nell’anno 1 della nuova gestione senza la "copertura" della Comunità Montana, la Sagra delle Sagre è magicamente riuscita. Inconvenienti a parte, le nuove "pagode" sono piaciute e con una offerta più o meno analoga a quella delle edizioni precedenti il risultato numerico si è rivelato notevole. Stavolta l’organizzazione ha deciso di usare un software che riconosce e conta i passaggi delle auto dai parcheggi intorno alla Sagra. Ed escludendo quelli "improvvisati", a lato della strada e pure l’area delle Manifestazioni Zootecniche, l’esito è questo: 68.404 veicoli nei 9 giorni di esposizione, pari a 155.277 presenze. Il prodotto finale è dato utilizzando questo coefficiente: 2,27 persone per ogni auto. Un moltiplicatore che origina dai dati Istat sulle famiglie lombarde (composte infatti proprio da una media di 2,27 persone a nucleo familiare).

Obiettivamente, le auto che arrivano in Sagra non hanno mai un solo viaggiatore a bordo e quel numerino potrebbe essere abbastanza attendibile. Ne consegue che quest’anno "da tregenda" climaticamente parlando ha portato nella piana tra Barzio e Pasturo oltre 150mila persone. Questo è quanto basta per rendere gli organizzatori legittimamente soddisfatti della loro "prima volta" da soli.

La Sagra avrà tutti i difetti possibili, continuerà ad essere "poco local" e "molto pop" ma certo conferma anche gli altri dati di fatto – quelli appunto quantitativi. E in tempi di crisi questo non è poco, davvero. Buona parte degli espositori, qui fa affari e genera fatturati importanti appunto in periodo di vacche magre; per una decina di giorni un buon numero di persone lavora grazie alla criticatissima manifestazione agostana e come dimostra la nostra inchiesta sul turismo in Valle ci son pure albergatori e ristoratori che possono sfruttare queste due settimanelle operando "a lato" della Sagra stessa.

Che a parte la forma (pagode e Srl) deve comunque tentare di rinnovarsi concretamente, specie in vista del famosissimo Expo.

IMG_2397 light

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COMUNITÀ MONTANA, COSA T'ASPETTI DAI NUOVI VERTICI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

agosto: 2014
L M M G V S D
« Lug   Set »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031