L’ORGOGLIO E LA SAGRA N. 50: BENEDETTI A RUOTA LIBERA IN VISTA DI AGOSTO



Riccardo Benedetti risponde alle nostre domande quando mancano circa quattro mesi al via del fierone agostano. Esibisce a nome suo e del "trio" completato da Pucci Ceresa e Carlo Conte una buona dose di consapevolezza, spruzzate di orgoglio, qualche considerazione generale, delle cifre importanti e un augurio tutto valsassinese: "Mi piacerebbe che questi numeri inducessero qualche potenziale espositore locale a farsi avanti. Sarebbe proprio bello che la cinquantesima potesse diventare la prima per molti".

Ecco la chiacchierata di VN con il direttore della Sagra:

Allora Benedetti, eccoci qua a parlare della cinquantesima edizione…
Già, a dire il vero questo numero un po’ fa soggezione, ma forse è la consapevolezza che gli anni passano e che è la mia 24^ edizione; non è che Carlo Conte sia messo meglio, le venti le ha superate anche lui; e anche il Pucci Ceresa ha superato le dieci. Morale non sono il solo a invecchiare.

La domanda, però non era questa.
Vuoi sapere cosa penso? Penso che se una manifestazione continua a crescere in interesse e visitatori, come è il caso della Sagra delle Sagre, vuol dire che l’idea iniziale è stata geniale e che, una volta tanto, chi è subentrato non ha fatto disastri, anzi. Possiamo, io, Conte e Ceresa attribuirci questo merito? La risposta è sì. Senza alcun dubbio.

Va bene, ma cosa ci dobbiamo aspettare dalla 50^ edizione?
Ovviamente stiamo preparando qualcosa di particolare e significativo, ma quello che conta, cioè la fiera in sé stessa, gli appuntamenti culturali e di approfondimento della conoscenza del territorio e le serate musicali saranno sempre al centro di tutta la nostra attenzione. Noi ci aspettiamo una ulteriore crescita di visitatori, anche se quelli che l’anno scorso abbiamo contato sono stati veramente tanti.

L’anno scorso avete sfatato il mito dei “centomila”.
Eravamo stufi di essere sempre irrisi quando parlavamo di numeri e quindi abbiamo deciso: una bella telecamera conta macchine sull’uscita, dove tutti devono passare, e vediamo cosa succede. Ed è successo che le macchine contate sono state circa 75.000. Ma ci pensi cosa sono 75.000 auto? Quindi il conto è stato presto fatto. Ne mettiamo un paio su ogni auto? Bene la Sagra dei centomila è diventata la Sagra dei centocinquantamila. E dal conto sono esclusi i pedoni, i ciclisti e quelli che hanno parcheggiato allo Zootecnico o a lato strada provinciale.

Una specie di rivincita?
No, nessuna rivincita. Però non posso dire che non sia stato bello arrivare in ufficio tutte le mattine e trovare sulla scrivania il risultato della giornata precedente. Insomma, per chiamarla con il suo nome, una bella e sana soddisfazione. Mi piacerebbe che questi numeri inducessero qualche potenziale espositore locale a farsi avanti. Sarebbe proprio bello che la cinquantesima potesse diventare la prima per molti. C’è ancora tempo per iscriversi!

Nessuna anticipazione sulla prossima edizione?

Qualcosa si sa già. La lotteria, ad esempio, la gestirà l’Istituto Sacra Famiglia di Perledo, una delle istituzioni più importanti della nostra comunità che, coincidenza, festeggia i suoi cinquanta anni. Poi continuerà la collaborazione con l’Agenzia Alta Valsassina che nel frattempo potrebbe essere diventata anche qualcosa di più importante e ovviamente con la Comunità Montana. Molte serate saranno a sfondo valsassinese e ci sarà un premio Sagra particolare. Non mancheremo di ricordare chi c’era già alla prima edizione e chi non c’è più.

E l’inaugurazione?

Top secret sino alle 10 dell’8 agosto.

Cosa farete dopo la cinquantesima?
Inizieremo a preparare la cinquantunesima, cosa dovremmo fare, secondo te?

IMG_2325 home

> IL SITO WEB DELLA SAGRA

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MAXI ALBERGO IN COLDOGNA: COSA NE PENSI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

aprile: 2015
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930