LA LECTIO DI DON GRAZIANO: “CREDETE NELLA LUCE, PER DIVENTARE FIGLI DELLA LUCE”



Forse mai, come ai nostri tempi, c’è tanto sbandamento, incertezza, delusione e crisi. Non c’è valore morale, civile, religioso che non venga contestato.

É fraintesa la stessa natura di bene e di male, di peccato e di coscienza. Tolto di mezzo Dio, è facile cadere nella più esasperata aberrazione.

Quali rimedi per un ritorno ad una vita sana umile e fraterna?

L’unico vero rimedio è l’amore a Gesù che è via, verità e vita. Seguendo Gesù ed il suo Vangelo non ci si smarrisce e si conserva o si ritrova la pace.

Il mondo è pieno di guai e di ingiustizie. Una guerra finisce ed una comincia subito. L’ umanità che possiede armi micidiali , non è moralmente così progredita come lo è nel campo scientifico e tecnico.Per di più in molte parti del mondo c’è tutt’ ora uno stato di indigenza e di fame e negli uomini si è svegliata l’ inquieta consapevolezza del loro bisogno e del benessere degli altri .

Come salvarci dal naufragio che ci minaccia?

Quanti cristiani non hanno più né fede né coraggio?

Il Signore ci ha dato la fede per testimoniarla, ci ha dato la vita per servire la verità, invece molti di noi sono timidi, paurosi, incerti e scoraggiati.

I nemici della fede si uniscono contro Dio e contro la Chiesa, anche in nome di una falsa liberazione dell’uomo, mentre noi stiamo a lamentarci, senza intervenire, senza difendere i diritti di Dio.

Chi ha fede come l’ avevano i Santi, gli Apostoli ed i martiri deve testimoniare contro il male.

E chi ci dà la forza?

Ce la dà Lui , Gesù , luce del mondo.

Duemila anni fa, pochi uomini,hanno dato inizio alla diffusione delVangelo.Oggi i profeti e gli apostoli siamo noi.

Dobbiamo essere uniti nella Chiesa e con la Chiesa., quella Chiesa che ha voluto Gesù, per diffondere il suo Vangelo e costruire insieme un mondo migliore, che non potrà essere tale senza il sole di Dio sull’ orizzonte della nostra vita.

In questi giorni, un giovane mi ha assicurato di aver perso la fede: un entusiasmo religioso enorme fino a qualche tempo fa.

Si può arrivare all’apostsia, un peccato enorme: il Vangelo prevede questo tradimento. I motivi per perdere la fede ce ne sono a bizzeffe: la mediocrità dei cristiani,la debolezza e l’incoerenza di molti uomini di Chiesa, l’ abbandono di amici che dovevano essere vicini nei momenti difficili e che non si sono fatti trovare.

Tuttavia l’ odio ed il disimpegno non sono atteggiamenti più coraggiosi delle Beatitudini del Vangelo.”Però- dicevo a quel giovane- non sono sicuro come lo sei te che tu abbia perso la Fede-forse hai perso una parvenza di Fede che ti opprimeva, che ti soffocava e che ti ha spinto a ribellarti, ed ora hai l’ impressione di far parte di una libertà che è vuoto e ti prepara alla disperazione”.

E continuo a dire a quel giovane:”Il Cristianesimo non è quella cappa di piombo che ti rendeva triste, il Dio dei cristiani è gioia e amore e non un carcere e prevede il peccato e offre il perdono.

Mi viene il sospetto che tu te ne sia andato perché non sei riuscito ad accettare te stesso e a trovare il coraggio di sorridere un poco anche delle tue debolezze.La vita senza Dio pone più problemi di quanti ne risolva!”

Don Graziano vicario parrocchiale
Domenica 28 giugno 2015 5° dopo Pentecoste

 

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

IN ARRIVO INVERNO E NEVE

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO