LA LECTIO DI DON GRAZIANO: LA “COMPAGNIA” DEL RISORTO



Il Vangelo di questa domenica ci indica la modalità spirituale secondo la quale siamo chiamati a vivere, nell’oggi, le varie presenze di Gesù nella sua Chiesa: mi riferisco a quella psicologia soprannaturale, che ha i suoi risvolti sia a livello individuale che a livello comunitario.

Sappiamo che la presenza di Gesù Risorto tra noi non è commensurabile secondo i nostri criteri materiali: Gesù è, a un tempo, presente e assente. Si lascia riconoscere mentre sta per lasciarci (cfr. l’apparizione della Maddalena). Eppure sta proprio qui la nostra beatitudine, come ha detto il Risorto a Tommaso: “Beati quelli che non hanno visto e hanno creduto”.

Siamo chiamati a vivere nella luce e del “già” e nelle penombre del “non ancora”; tra gli enigmi della fede e l’attesa della piena rivelazione verso cui ci orienta la speranza; nella mestizia dei tempi penultimi, ma anche nella certezza che questa nostra afflizione si cambierà in gioia.

La “compagnia” del Signore è preziosa per la Chiesa pellegrina sulla terra: ma di quale “compagnia” si tratta e come il Signore Risorto vive con noi questa esperienza di sofferenza e di gioia?

L’immagine della partoriente è assai illuminante: proprio nel momento del suo massimo dolore essa inizia l’esperienza della massima gioia. La vita che nasce cancella il ricordo della sofferenza che fu. Dobbimao dunque imparare a condividere questa esaltante e drammatica esperienza del parto, il cui frutto, fuori metafora, è presenza rasserenate del Signore, fonte di gioia!

Don Graziano vicario parrocchiale
Domenica 1 maggio 2016
Sesta domenica di Pasqua “C”
Gv 16, 12 – 22




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

NAMELESS E SAGRA: PERDIAMO EVENTI IMPORTANTI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

maggio: 2016
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031