GRANDE FESTA A INTROBIO PER SANT’ANTONIO CON LA BENEDIZIONE DEL NUOVO GONFALONE



INTROBIO – Chiesa piena quella parrocchiale di Sant’Antonio Abate di Introbio durante la celebrazione del patrono con la messa solenne concelebrata dal parroco don Marco Mauri e da don Graziano Bortolotti aiutati da numerosi chierichetti. In chiesa, oltre ai fedeli, anche le autorità civili e i rappresentanti delle associazioni introbiesi, dagli Alpini al Cai, ai reduci, all’Avis, al Soccorso centro valsassina. Presenti anche i bambini della materna Venini e della primaria Cademartori con la bandiera italiana accompagnati dai loro insegnati. E le autorità militari dell’arma dei carabinieri.

sant antonio introbio benedizione nuovo gonfalone (29)Durante l’omelia don Marco ha ricordato la figura del santo Patrono e di come pur essendo ricco decise di lasciare tutto per seguire Gesù sottolineando come Antonio sia stato un ragazzo che ha preso sul serio il Vangelo ascoltando quello che Cristo gli ha detto di fare. Ricordando come i fedeli non siano capaci di fare altrettanto ascoltando la parola di Dio ma poi continuando nella vita a fare come vogliono. “Se oggi ricordiamo ancora Antonio che è vissuto nel terzo secolo, vuol dire che il santo è stato un vincente contro il male e capace di resistere alle tentazioni della vita”. Ha ribadito don Mauri: “Antonio si è fidato di Gesù e ha vinto il male in modo così importante che noi ancora oggi gli chiediamo di pregare per noi”. Intenso il momento al termine della funzione in cui il parroco e i chierichetti si sono recati davanti all’icona di sant’Antonio Abate intonando con i fedeli e la corale l’inno a lui dedicato.

Sul sagrato della chiesa è stata la volta delle associazioni presenti sul territorio comunale. I bambini della primaria hanno raccontato la vicenda della bandiera italiana che hanno portato con orgoglio all’iniziativa. Per ultimo è stato presentato il nuovo Gonfalone comunale già mostrato in Consiglio il 20 dicembre scorso illustrato, non senza enfasi, come fortemente voluto dall’amministrazione per gli introbiesi.  Lo stemma – come è stato spiegato – è stato ereditato da quello più antico della Comunità generale della Valsassina, della quale Introbio era capoluogo politico. Il blasone era utilizzato dal medioevo. Rappresenta un leone d’oro passante su un pendio montuoso, forte elemento del panorama introbiese. Al di sopra dell’animale vi sono tre stelle a sei punte, secondo alcuni in riferimento all’antica suddivisione in tre squadre del territorio. Il tutto in uno sfondo azzurro con la scritta “Comune di Introbio” in blu.

sant antonio introbio benedizione nuovo gonfalone (65)

Don Mauri ha quindi impartito la solenne benedizione. Quindi è stata la volta di don Graziano che ha proceduto alla benedizione degli animali presenti tra cui alcuni cavalli e capre ma molti i domestici come gatti e soprattutto cani.

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

CHE SI DICE DEI VALSASSINESI FUORI DALLA VALLE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

gennaio: 2017
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031