TECNOLOGIA PORTAMI VIA/24: FACEBOOK E LO SCANDALO CAMBRIDGE ANALYTICA



Nuovo appuntamento col nostro spazio dedicato a consigli e buone pratiche per gestire la tecnologia che ci circonda. Dalle minacce del web agli aggiornamenti sulle Tv digitali, dai servizi proposti nelle App per smartphone e tablet alle opportunità rintracciabili nella vastità dei contenuti internet.

Periodicamente coglieremo tematiche utili ai lettori dal mondo della tecnologia “domestica” e le declineremo in modo da renderle accessibili a tutti. > Qui le precedenti puntate


24 – FACEBOOK E LO SCANDALO CAMBRIDGE ANALYTICA

In questo periodo si parla molto dello scandalo Cambridge Analytica, di Facebook e dei dati “trafugati”, ecco allora qualche spiegazione su come fare a sapere se il vostro account Facebook ha avuto problemi o no.

facebook-logoIl tutto è scaturito da chi ha utilizzato l’app chiamata This is your digital life. Si tratta di un’applicazione di quiz sulla personalità che è stata installata da circa 270.000 account Facebook. Cio di cui si dibatte in queste settimane è che questa applicazione ha ottenuto i dati degli utenti – che installandola hanno acconsentito -, più i dati di amici, di amici degli amici… arrivando ad accaparrarsi le informazioni di oltre 87 milioni di profili Facebook.

Attraverso le applicazioni installate dagli utenti, Facebook permette di condividere automaticamente le informazioni degli amici. È stato proprio in questo modo che la app si è allargata ad oltre 87 milioni di utenti.

Dati ottenuti in questo modo – che va specificato, fin qui è tutto lecito – sono stati accaparrati dalla società di consulenza Cambridge Analytica, la quale però li avrebbe usati per la campagna elettorale del presidente americano Donald Trump (si spera solo per questo e non per altro).

Tra gli 87 milioni di utenti, sembra che circa 210mila siano italiani, coinvolti direttamente per aver utilizzato This is your digital life oppure perché l’hanno usata amici o amici di amici .

Di norma Facebook dovrebbe avvisare gli utenti interessati, ma è stata messa a disposizione anche questa pagina Facebook dove, semplicemente accedendovi, si può scoprire se si è stati coinvolti in questa vicenda. Se compare una schermata come quella sottostante, il vostro account non è stato interessato dal problema.

facebook cambridge analytica

COSA FARE PER PREVENIRE

Quando si attiva/installa un’applicazione su Facebook è sempre meglio capire quali permessi le si concedono, quali porte della nostra vita privata vengono aperte. Successivamente invece si possono controllare le impostazioni delle applicazioni che avete installato. In questa pagina, potete riconoscere tutte le applicazioni attivate e così scegliere e verificare tutti i permessi che vengono richiesti.

Ogni tanto non fa male fare un giro tra le impostazioni di Facebook e controllare quali applicazioni sono attive, la privacy, notifiche, post pubblici, blocco, diario, aggiunta tag e tutto quello che Facebook condivide con il vostro permesso.

Questa pagina è curata e offerta da
ganassa banner

 







LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

aprile: 2018
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

METEO Valsassina




I SONDAGGI DI VALSASSINANEWS

INCENDI ANCHE A FINE OTTOBRE: 'SPONTANEI' OPPURE DOLOSI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...