CINEFORUM VALSASSINESE: FOXTROT DI SAMUEL MAOZ PORTA IN SALA IL DESTINO BEFFARDO DELLA GUERRA



PASTURO – Apprezzato da molti valsassinesi e non solo, torna per il 50esimo anno consecutivo il cineforum di Pasturo, con il dibattito guidato dal giornalista cinematografico Gino Buscaglia. Che si tratti di pellicole indipendenti o di produzioni già note, ogni settimana offriamo un’anteprima dei film in programmazione.

L’opera protagonista venerdì 15 marzo è Foxtrot del regista israeliano Samuel Maoz, pellicola vincitrice del Leone d’argento – Gran premio della giuria alla mostra del cinema di Venezia nel 2017 e candidato agli Oscar come miglior film straniero.

La guerra non si combatte solo sul campo di battaglia, ma anche tra le mura casalinghe, dove ogni genitore attende angosciato il ritorno del figlio. La morte è una presenza costante in Foxtrot, una tragedia in tre atti che unisce stili diversi in un tripudio di musiche e colori. Il regista Samuel Maoz gira un film coraggioso, intimista, che non ha paura di attaccare una società fondata sulla violenza. Lui è stato un carrista nel 1982, durante l’invasione del Libano da parte di Israele, come ci aveva raccontato con Lebanon. Questa esperienza di gioventù, l’ha reso un militante che usa la macchina da presa per denunciare l’assurdità di ogni conflitto. In Lebanon (Leone d’Oro a Venezia nel 2009)…
>> Leggi la scheda su cinematografo.it

Ecco – a rischio spoiler – il trailer ufficiale del lungometraggio.

L’appuntamento è al cineteatro Bruno Colombo di Pasturo, venerdì alle 21.

> QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DELL’EDIZIONE 2018/2019

 

Tags: , , , ,




I "TEST" DI VN

QUORUM ALLE ELEZIONI, SE MANCA IL 50% ARRIVA IL COMMISSARIO

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO Valsassina




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

VIDEO/Don Giacomo Tantardini per Natale