“LE SPOSE DI MAGGIO”: ALLA RICERCA DI FOTO DI CHI SI È SPOSATO QUI



MAGGIO DI CREMENO – Due gli obiettivi dell’iniziativa, da un lato raccogliere fotografie e testimonianze dei matrimoni che si sono svolti a Maggio (paese) nel corso dell’ultimo secolo, coinvolgendo quindi tutte quelle coppie, maggesi e non, che hanno rallegrato la piazza del paese nel giorno delle loro nozze, per poi dare vita ad una mostra fotografica vera e propria che si svolgerà durante il periodo estivo e dall’altro far conoscere la nuova sede della Comunità Le Betulle, che a breve si sposterà in piazza a Maggio all’interno di quello che era un tempo l’albergo Al Cacciatore.

A fare da collante a queste due finalità, apparentemente slegate, è proprio l’albergo Al Cacciatore, la cui vocazione di luogo di accoglienza sembra aver travalicato i confini del tempo. Si tratta di immagini rare per l’epoca, scattate da colui che sarebbe poi stato riconosciuto come uno dei pionieri della fotografia in Italia”.

Giuseppe Pessina (Lecco 1879-Cusano Milanino 1973) sposò Caterina Invernizzi, figlia dei gestori della Trattoria Invernizzi, Giovanni e Peppina Ciresa e per l’occasione realizzò non solo alcune bellissimi scatti del matrimonio ma anche le foto del viaggio di nozze in giro per le maggiori città del nord Italia. Matrimoni e curiosità di un piccolo paese di montagna nasce con un duplice scopo, ripercorrere usi e costumi legati a questa ricorrenza e, al contempo, far conoscere la nuova identità della vecchia Trattoria Invernizzi: un luogo dove per un secolo si sono incontrate le vite di molte persone, un luogo dove le persone continueranno ad incontrarsi dando vita ad un’altra storia.

Per quanto riguarda il primo scopo dell’iniziativa, gli organizzatori invitano quanti lo desiderano (Maggesi e non) a partecipare all’iniziativa consegnando un’immagine del loro matrimonio o di loro parenti che sia stato celebrato in paese. Ancora una volta la tecnologia sarà di aiuto agli organizzatori, poiché la consegna delle immagini e dei questionari compilati potrà avvenire anche per posta elettronica. La mostra verrà inaugurata nel periodo estivo (la data è ancora da stabilirsi) in maniera tale che possa essere vista da un ampio pubblico, residente e non.

Per quanto riguarda infine il secondo scopo dell’iniziativa, gli organizzatori desiderano portare all’attenzione del pubblico la realtà della Comunità Le Betulle, presente in paese da ben 22 anni (La data di costituzione della Cooperativa è del 19 marzo 1997). Così spiega Monica Muttoni, presidente del sodalizio: “I locali del vecchio albergo diventano ora il punto nevralgico dei servizi offerti dalla nostra comunità, servizi cioè di tipo educativo, sanitario e socio-assistenziale che, attraverso la formulazione di progetti individualizzati tesi al raggiungimento di autonomie potenziali e al mantenimento di quelle residue accoglie, sostiene e promuove il benessere e l’autonomia dell’individuo lungo il suo percorso di vita, riconoscendo e valorizzando la diversità, l’unicità e le potenzialità di ciascuno”.

“L’essenza della Trattoria Invernizzi rimane immutata nel tempo – aggiunge Marialuisa Invernizzi (fra l’altro lontana parente di Giuseppe Pessina, essendo il nonno fratello della moglie del fotografo). Quando dopo la seconda metà dell’Ottocento il mio bisnonno Giovanni insieme ai fratelli Abdon e Luigi decisero di aprirla in piazza a Maggio lo fecero con uno scopo ben preciso, dare un punto di accoglienza a quanti dal paese transitavano per raggiungere la Culmine San Pietro (il ponte della Vittoria non era stato ancora costruito e tanto meno la strada attuale che passa da Moggio). Eccome se faceva freddo….”.

Dopo un breve periodo di chiusura, ora è passato nelle mani della Cooperativa Le Betulle che qui ha portato la sua sede e che da questa sede desidera lanciare nuove sfide: “Il Cacciatore è sempre stato un luogo d’accoglienza e viste le finalità della nostra cooperativa – osserva Monica Muttoni – abbiamo creduto fin da subito nella possibilità di continuare a dar voce e a questa sua centenaria peculiarità.”

Il materiale può essere inviato dal 21 marzo al 30 aprile 2019, contattando direttamente Marialuisa Invernizzi cascinacornella@libero.it

I recapiti telefonici della Cooperativa Le Betulle sono: Telefono 0341918559 Fax 0341.911577 email: cooplebetulle@libero.it




MARGNO, IL VICINO: “POTEVO SALVARLI”

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

EVENTI ESTIVI, COSA TI ASPETTI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO