ESCLUSIVA VN/PARLA UN TESTIMONE DELL’INCIDENTE DI BALISIO: “RESPONSABILE UN UBRIACO CHE VIAGGIAVA A OLTRE CENTO ALL’ORA”



BALLABIO – Al sinistro stradale costato tre feriti e altrettante automobili seriamente danneggiate avvenuto domenica sera a Balisio ha assistito un testimone, le cui dichiarazioni (per certi versi drammatiche) pubblichiamo oggi qui di seguito.

“Ho visto tutto – attacca il nostro lettore al quale abbiamo garantito il legittimo anonimato, ma le cui parole sono a disposizione delle autorità competenti – e mi è chiarissima la dinamica dell’incidente. L’Audi bianca proveniente dalla Valsassina arrivava velocissima, andava a non meno di 100 km all’ora ma forse anche ben di più, e appena dopo il distributore ha cercato un sorpasso pericoloso e incauto. Ha cercato di superare una Clio [foto a destra] che viaggiava a velocità normale ma ha toccato, sfiorandola, la parte posteriore sinistra della Renault e si è andata a scontrare con il fuoristrada scuro. Quest’ultimo veicolo e l’investitore sono finiti a lato della carreggiata e per me è un miracolo che le due auto non si siano ribaltate ma solo “appoggiate” al bordo del fosso“.

Mi sono avvicinato alle macchine – continua il testimone – e quando ho visto che in quella scura c’era un bambino mi è venuto da piangere. Per fortuna tutti i viaggiatori avevano le cinture di sicurezza allacciate – diversamente non parleremmo solo di feriti lievi. Il nonno ha fatto uscire lui il nipotino (di sei anni, ndr) e poi lui stesso è uscito dal veicolo, sulle sue gambe. Stessa cosa per l’investitore, un giovane che appariva disperato per l’accaduto. Sinceramente dispiaciuto e preoccupato per quanto aveva causato, ma va detto che era visibilmente ubriaco. I Carabinieri hanno detto che questo ragazzo sui 25 anni sarebbe stato sottoposto all’alcol test una volta arrivato all’ospedale, dove le ambulanze hanno portato i tre feriti (che comunque non apparivano in condizioni gravi)“.

Un episodio di cronaca che dunque ripropone una serie di temi, tanto pesanti quanto “non nuovi”. Anzi.

Il primo: troppa gente “allegra” alla guida. Non è un mistero che tanti incidenti come questo siano causati dallo stato di ebbrezza dei conducenti. Collegato al primo, il problema della guida spericolata che diversi automobilisti – non necessariamente brilli – attuano quando si trovano al volante. Passando poi da aspetti soggettivi a questioni diverse, il lungo tratto rettilineo (e in discesa) della piana di Balisio è tristemente famoso per la quantità di scontri e uscite di strada autonome, vicende frutto di una serie di trascuratezze che i lettori di VN e non solo loro denunciano da anni. La strada è veloce e in qualche modo “ingolosisce” chi ama schiacciare l’acceleratore a prezzo dell’incolumità propria e altrui; oltretutto è scarsamente illuminata e non molto larga. Infine, un minimo errore comporta il “volonei prati sotto la carreggiata.

‘Galleria’ di incidenti sulla Provinciale a Balisio (alcuni dei più recenti)

 

Scontato che anche in quest’occasione si siano scatenati i dibattiti, conditi da pesanti critiche. Si è tornato subito a parlare di autovelox e di limitazioni di ogni genere della velocità di marcia in quel di Balisio (tramite dissuasori, dossi eccetera). Di certo, al di là dell’intervento “dall’alto” è necessario un diverso atteggiamento, una “cultura della sicurezza stradale” che nel tempo pare essere in decadenza anziché, come si potrebbe sperare, in via di miglioramento.

Parliamoci chiaro: come documentato da questo stesso articolo, ieri sera solo circostanze che hanno del miracoloso hanno evitato conseguenze gravissime e oggi si può parlare di feriti “leggeri” e non di morti. Ma tutti gli elementi di quell’incidente (cinture di sicurezza a parte) testimoniano in modo chiarissimo quanto si debba rivedere comportamenti alla guida e gestione della circolazione stradale.

VN

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

PRIMAVERA ANTICIPATA

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

dicembre: 2019
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031