INSEGUIMENTO FINO A MARGNO, PER IL POLIZIOTTO FUORI SERVIZIO ACCUSA RIFORMULATA: ABUSO D’UFFICIO E NON VIOLENZA PRIVATA



LECCO – È stata riqualificata da violenza privata e minaccia aggravata ad abuso d’ufficio e violazione del Codice della Strada l’accusa nei confronti dell’ispettore della Questura cittadina P. B. da parte del PM di Lecco Pietro Bassi, in relazione al clamoroso inseguimento – originato in Superstrada, proseguito lungo la Bellano-Taceno a forte velocità e conclusosi a Margno, quando l’auto del poliziotto in borghese aveva raggiunto il furgoncino condotto da un uomo, G. T..

Ora si discute dell’utilizzo o meno dell’arma dell’ispettore; quest’ultimo nega da sempre la circostanza di averla “spianata”, ma solo estratta e puntata verso terra nella concitata discussione a fine corsa avvenuta il 13 giugno del 2017.

Venerdì prossimo, il giudice Chiara Arrighi emetterà la sentenza su questo caso che ha fatto molto discutere in Valsassina e non solo.

RedCro

DAL NOSTRO ARCHIVIO:

“FAR WEST” CON INCIDENTI TRA BELLANO E MARGNO, SPUNTÒ PURE UNA PISTOLA: A PROCESSO ISPETTORE FUORI SERVIZIO CHE INSEGUÌ PREGIUDICATO

FAR WEST A MARGNO/INSEGUIMENTO TRA AUTO, LA TESTIMONIANZA: “QUEI DUE PAZZI IN SORPASSO FOLLE GIÀ FIN DA PORTONE…”

TENSIONE A MARGNO: AUTOMOBILISTI PRIMA SI TAMPONANO, POI S’INSEGUONO E LITIGANO. E SI PARLA PURE DI UNA PISTOLA




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

SCUOLE, DAD O IN PRESENZA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

febbraio: 2020
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829