ISOLAMENTO + BEL TEMPO, E L’ALTOPIANO SI RIEMPIE DI “PROFUGHI” DALLA CITTÀ



CREMENO – Milano non è sotto le bombe e scappare in campagna non è la soluzione, anzi è da incoscienti. Il concetto è forte ma sembra non ci sia modo di convincere i cittadini a rimanere a casa, sul divano, con un libro o davanti a Netflix. L’amministrazione comunale di Cremeno e tutto l’Altopiano infatti sono visibilmente preoccupati dal continuo aprirsi delle seconde case, tanti amanti della Valsassina che però in questo momento, oltre a contravvenire a tutte le norme per contenere il propagarsi del Coronavirus, non possono considerarsi i benvenuti.

Regole di isolamento prese sottogamba, magari qualche falsa certificazione ai posti di blocco per uscire dalle città, e l’Altopiano si popola di forestieri tra lo sconcerto e i legittimi timori di tutti i residenti.

Una situazione ai limiti dell’assurdo che ha costretto gli uffici comunali di Cremeno a diramare un apposito avviso per invitare i proprietari di abitazioni turistiche a restare presso la propria residenza principale e ribadire che non è consentito spostarsi nemmeno tra due domicili diversi ma solo per rientrare al proprio indirizzo.

Inoltre Cremeno – dove in queste ore si registra il primo caso di positivo al Covid-19 nella frazione di Maggio – si unisce all’appello lanciato ieri dal sindaco di Primaluna invitando i cittadini a fare la spesa per tutta la settimana così da creare il minor disagio possibile ai gestori e agli altri clienti nei negozi di generi alimentari.

C. C.

 

 




MARGNO, IL VICINO: “POTEVO SALVARLI”

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

EVENTI ESTIVI, COSA TI ASPETTI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO