INTROBIO, VIDEOCONSIGLIO FLASH CON GAFFE DEL SINDACO SULLA PRIVACY



INTROBIO – Consiglio comunale in videoconferenza anche per Introbio, con l’eccezione del vicesindaco Brini che, per problemi di segnale internet, ha partecipato in collegamento telefonico con il segretario comunale.

Seduta veloce, una dozzina di minuti, che si apre con la vicinanza del sindaco e dell’intera assemblea ai familiari dei due introbiesi vittime del Coronavirus. Sempre a tema emergenza, passa con l’astensione della minoranza la ratifica della variazione al bilancio necessaria per registrare i 10mila euro messi a disposizione dal Dipartimento di protezione civile per i cosiddetti buoni spesa per i cittadini del Comune del centro valle.

Il Consiglio prende inoltre atto della contestazione della Corte dei conti lombarda a riguardo dell’irregolarità nella gestione finanziaria sul Fondo crediti di dubbia esigibilità (Fcde), documento nel quale il magistrato ammonisce Villa Migliavacca ad adottare con rigore le norme. “Un errore c’è stato ma negli uffici comunali, non è un errore politico” interviene il sindaco Airoldi frenando eventuali polemiche.

L’assemblea si chiude con una leggerezza del primo cittadino, il quale ingannato forse dalla anomala e più intima atmosfera della videoconferenza scorda le basilari norme della privacy rivelando il contagio e la relativa quarantena che ha coinvolto un familiare di un consigliere comunale. Seppur riconoscendo che “la loro comunicazione non può che dare buon esempio di come ci si deve comportare in casi come questo”, una uscita inopportuna nei confronti di un privato cittadino.

RedInt

.

> QUI TUTTO IL CONSIGLIO COMUNALE IN VIDEOCONFERENZA

 

 




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COMUNITÀ MONTANA VALSASSINA, SEI SODDISFATTO?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO