LA CANNABIS LIGHT IN ITALIA: COSA È BENE SAPERE SULL’ERBA LEGALE



Hai in mente di iniziare a consumare l’erba legale? Ottima idea, anche perché si tratta di un prodotto privo di effetti collaterali. In ogni caso, può essere consigliabile chiedere un consulto al tuo medico di fiducia prima di cominciare a usare questa sostanza, così da avere la certezza che non vi siano problemi di compatibilità e da poter ricevere i suggerimenti di uno specialista. Tieni presente, tra l’altro, che la Cannabis light può anche essere coltivata in casa: se decidi di farlo non corri alcun rischio dal punto di vista della legge e, di conseguenza, non sei esposto al pericolo di eventuali sanzioni.

Come fare per coltivare la canapa legale in casa

Nel caso in cui tu abbia in mente di dedicarti a questa attività, comunque, devi rivolgerti a dei rivenditori certificati per comprare le sementi, dato che è indispensabile che i semi siano compresi in un apposito registro. Per eliminare qualsiasi inconveniente, poi, dovresti aver cura di conservare la certificazione che il rivenditore ti ha fornito quando hai comprato il prodotto per almeno un anno: è grazie ad essa che la legalità dei semi che sono stati acquistati può essere attestata.

Le piantagioni casalinghe di marijuana

Qualora tu voglia optare per una coltivazione all’aria aperta, devi sapere che secondo gli esperti il periodo più adatto per piantare i semi è quello che va dai primi giorni di marzo agli ultimi giorni di aprile. I metodi di coltivazione garantiscono una gestione semplice: tutto quello di cui hai bisogno per far crescere in casa una piantagione di marijuana light di piccole dimensioni è una serra non molto grande che possa essere illuminata con delle lampade a led. In alternativa potresti anche pensare di coltivare la canapa legale in vasi normali.

Che cosa prevede la legge

Di canapa light nel nostro Paese si parla da quando è entrata in vigore la legge 242/2016, attraverso la quale è stata consentita la coltivazione di cannabis con una concentrazione di THC inferiore allo 0.6%. Essa può non solo essere coltivata, ma anche essere messa in commercio. La canapa legale, comunque, non ha niente a che vedere con la cannabis terapeutica: sono due prodotti differenti, che vengono coltivati per scopi diversi e che, non a caso, sono disciplinati da testi normativi diversi.

Che cosa è utile sapere a proposito della cannabis light

Anche se l’erba legale non ha effetti psicotropi, subito dopo averla consumata sarebbe preferibile non mettersi alla guida di un veicolo, poiché se si venisse sottoposti a controlli si correrebbe il rischio di pagare una multa salata e di vedersi ritirare la patente. Per comprare questo prodotto non c’è bisogno di alcuna prescrizione medica, che invece è necessaria per coloro che devono acquistare la canapa terapeutica. Ma allora perché non bisognerebbe mettersi al volante? Semplice: perché i test anti-droga permettono di rilevare la canapa light. Il suo uso ha finalità ludiche, proprio perché – come si è detto – non ci sono effetti psicoattivi.

Come si assume la canapa light

Gli oli per le sigarette elettroniche rappresentano una delle tante modalità di assunzioni possibili per la canapa light. Vale la pena di citare, inoltre, i cristalli edibili, cioè che possono essere mangiati; i rollex, invece, sono raccomandati se si vuol riuscire ad apprezzare l’aroma fino in fondo. Sono sempre di più, d’altro canto, gli e-commerce che mettono in vendita la cannabis light, anche per favorire una conoscenza migliore della cultura a cui il prodotto fa riferimento. Ciò vuol dire che quando si fa shopping in uno di questi store online ci si può imbattere anche in utili contenuti informativi di qualità, che permettono di saperne di più di un mondo che fino a pochi anni fa era stato osteggiato.

Il basso contenuto di THC

Ovviamente la cannabis che si può comprare negli e-commerce è quella a ridotto contenuto di THC. La tracciabilità delle materie prime è un aspetto di fondamentale importanza da cui non si può prescindere in relazione all’affidabilità del rivenditore a cui si fa riferimento. Chi non è abituato a fare acquisti su Internet, ad ogni modo, può comunque rivolgersi ai grow shop fisici, dei normali negozi diffusi in molte città italiane.

Dove comprare la cannabis light

Weedzard è tra gli store online che propongono la migliore cannabis light legale ad alto CBD. I prodotti che sono in catalogo si caratterizzano per una percentuale di THC sempre più bassa rispetto ai limiti che sono previsti dalla normativa nazionale. Per quel che riguarda la percentuale di CBD e degli altri principi attivi, invece, essa cambia in base ai lotti e ai prodotti. In ogni caso, per ciascun articolo che fa parte dell’assortimento è disponibile una scheda prodotto accurata che contiene tutte le informazioni necessarie e le specifiche indicazioni utili per un acquisto consapevole.




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

PONTE DELLA VITTORIA, COSA SI DEVE FARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO