CAPRE MORTE, NIENTE ALPEGGIO ALL’ALLEVATORE. MUCCHE AFFIDATE AD ALTRI



CASARGO – Sviluppi per il caso delle capre trovate morte in un allevamento di Narro: proseguono le indagini da parte dei Carabinieri Forestali di Margno sui 12 esemplari rinvenuti nella stalla di un giovane allevatore e sulle altre 7 recuperate senza vita due settimane fa in una forra.

Intanto le carcasse della dozzina di caprette scoperte grazie alla segnalazione di un passante a Narro sono state “smaltite” a cura del Comune di Casargo. Cento euro l’una, un totale di 1.200 euro che saranno poi richiesti al responsabile dell’allevamento.

Di questa mattina invece l’affidamento delle quattro mucche di proprietà dello stesso imprenditore che si trovavano provvisoriamente in una stalla di una località vicina (foto a sinistra) e sono ora assegnate alla cura di un altro allevatore.

Ma le cose non finiscono qui: si stanno effettuando infatti valutazioni relative a questa azienda agricola sotto inchiesta (la stalla è stata sequestrata dai Forestali). E il sindaco di Casargo Antonio Pasquini ha parole molto chiare sulla vicenda: “È evidente che, stanti queste condizioni, il Comune non ha intenzione di concedere l’uso dell’alpeggio di Chiaretto, al di là delle valutazioni delle autorità competenti”.

RedAlV

,

LEGGI ANCHE:

È FINITA LA “STRAGE DELLE CAPRE”: SEQUESTRATO UN ALLEVAMENTO A NARRO




VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COSA LASCIA L'ESPERIENZA DELL'HUB VACCINALE A BARZIO?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO