PONTE DI PAGNONA, CONTO ALLA ROVESCIA VERSO LA CHIUSURA: “NON C’ERANO ALTRI MODI PER NON ISOLARE UN PAESE?”



PAGNONA – Lunedì è il “gran giorno” (si fa per dire), quello della chiusura per lavori del ponte sul Varroncello a Pagnona.

E mentre è stata predisposta la via alternativa – ma non carrozzabile – che permetterà di spostarsi a piedi in attesa del ripristino della viabilità, crescono le preoccupazioni e, per qualcuno, anche la rabbia. Un gruppo di residenti ci ha scritto, lamentandosi di come “continua la maleducazione istituzionale di Provincia e Comune, che comunicano con noi solo tramite comunicati stampa o lettera neanche fossimo una comunità di migliaia di persone”.

“Nessuno se non gli addetti ai lavori (lo speriamo) ha potuto visionare i progetti e perciò dobbiamo fidarci di quanto trapelato su tempi e modi di procedere del cantiere, come ad esempio orario di lavoro e delle risorse umane impegnate che può fare la differenza sulla consegna del manufatto e la fine dell’isolamento”.

 

“Sarebbe interessante se VN lanciasse un sondaggio in merito – propongono infine da Pagnona – e chiedere tra l’altro se avrebbero accettato senza reazioni, come ad oggi non ve ne sono state nel nostro caso – e poi indire una petizione al Capo delle Forze Armate nonché nostro amato Presidente della Repubblica Sergio Mattarella affinché risolva la situazione inviando il genio civile. In aiuto dei geni locali”.

Come noto, il cronoprogramma del cantiere è suddiviso in due fasi: la prima, da lunedì 19 al 30 luglio, con la chiusura della strada a fasce orarie (modalità “definite in specifica ordinanza”) finalizzata alla perforazione del terreno e alla realizzazione dei pali. La seconda fase prenderà avvio il 1° agosto e prevede la chiusura totale della strada provinciale per lo smontaggio dell’impalcato e dei parapetti, il restauro della struttura preesistente che verrà preservata, il trasporto e il montaggio dei nuovi elementi strutturali, la realizzazione del nuovo impalcato e il relativo getto di completamento. A metà settembre si potrà procedere con l’installazione dei parapetti, la sistemazione delle opere murarie di ripristino delle colonne del ponte e l’asfaltatura; la riapertura della strada è prevista entro la fine di settembre.

Il cronoprogramma però “potrà subire variazioni in relazione alla condizioni del meteo e alle difficoltà contingenti connesse all’approvvigionamento dei materiali”.

RedPol

I LAVORI DA LUNEDÌ:

SP 67: PARTONO A GIORNI I LAVORI DI CONSOLIDAMENTO E RESTAURO DEL PONTE TRA PREMANA E PAGNONA

 

 




VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

OBBLIGO GREEN PASS SUL LAVORO: CHE NE PENSI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO