A BELLAGIO UNA VIA PER TERESIO OLIVELLI, L’ALPINO RIBELLE DIVENTATO BEATO



BELLAGIO – Dal primo gennaio 2022 cambia nome in via Teresio Olivelli la centralissima via Roma di Bellagio dove l’alpino beatificato nacque nel 1916. Di famiglia valsassinese, mamma una Invernizzi di Cassina con parenti in diversi nostri paesi, la figura di Teresio Olivelli è stata riscoperta negli ultimi anni grazie all’Anpi e al processo di beatificazione concluso con la proclmazione del febbraio 2018.

Giovanissimo rettore del collegio Ghislieri di Pavia, seguì nella campagna di Russia i suoi studenti e al ritorno entrò nella Resistenza con le Fiamme Verdi sul Lario occidentale fondando il giornale clandestino ‘Il Ribelle’. Venne catturato dai nazisti dopo l’armistizio e inviato nel campo di sterminio di Hersbruck dove morì, il 17 gennaio 1945, a soli 29 anni, mentre provava a salvare la vita a un compagno di prigionia.

“È un grande onore per tutta la nostra comunità – commenta il sindaco di Bellagio, Angelo Barindelli – avere ospitato proprio in questa via la nascita di una tra le figure più straordinarie della nostra storia, decorato ufficiale alpino, indomito combattente per la libertà contro gli ignobili regimi nazista e fascista, letterato, Beato e Martire per la Chiesa Cattolica”.

“Compiendo questo importante atto simbolico auspichiamo che il suo esempio di altruismo, coraggio e rettitudine sappia ispirare per molte generazioni i cuori di tutti noi e di tutti i nostri familiari. Se così sarà, vivremo in un paese migliore”.

In copertina, il monumento a Olivelli nella piazza di Cassina.

 




VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

COVID: EMERGENZA FINITA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

dicembre: 2021
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031