Barzio, assemblea popolarePrimo bilancio della giunta Ferrari



La serata incomincia con il ringraziamento ufficiale del sindaco Andrea Ferrari per la fiducia accordata da Barzio al gruppo di maggioranza rappresentato in sala da Fausto Camozzini, Lorenzo Rosa, Silvia Canepari, Piergiorgio Airoldi, Marco Canali, Pierluigi Ruffinoni e Giovanni Gerosa. A questi ringraziamenti seguono quelli destinati al vice sindaco Airoldi ed ai consiglieri tutti, grazie al cui impegno si giunge, tra l’altro, al secondo numero di “Barzio informa” diramato in questi giorni.

Il sindaco lo illustra ed introduce i temi fondamentali raccolti nell’editoriale: l’affidamento, degno di lode, del P.G.T. (piano di governo del territorio) ad un organismo al di sopra delle parti, quale il Politecnico di Milano; la dichiarazione di voto che ha accompagnato la forzata adesione ad Idrolario a cui si è giunti con la simbolica votazione favorevole del solo primo cittadino barziese e la presentazione delle manifestazioni in programma per il Natale.

In copertina la foto di una Piazza Garibaldi colma di spettatori accorsi ad un concerto organizzato in collaborazione con l’A.N.C. di Barzio, la prima manifestazione realizzata dall’attuale amministrazione, ad immagine della quale domenica 20 dicembre al Palazzetto del sport di Barzio potremo ascoltare la fanfara dell’Aeronautica Militare di Milano.

A seguire vengono riproposte le più importanti delibere di Giunta, nonché gli interventi di maggior rilievo messi in atto, fra cui la sistemazione della mulattiera Barzio-Bobbio, realizzata grazie alla mano d’opera dei volontari ed ai mezzi all’uopo messi a disposizione per iniziativa comunale.

Nel cuore del “giornalino” si parla quindi in maniera completa e dettagliata del Piano Casa avente ad oggetto la riqualificazione del patrimonio edilizio ed urbanistico del nostro territorio e, di seguito, dei corsi in programma al “Palazzetto dello sport”, in gestione all’Associazione Sportiva Ballabio, struttura per la quale l’amministrazione comunale ha in mente investimenti e grandi progetti, partoriti all’insegna di una sensibilità commerciale raffinata e sulla scorta di iniziative similari, furiere di nuove ed interessanti prospettive, delle quali sapremo presto qualcosa in più.

Si prosegue con informazioni di servizio inerenti la raccolta differenziata e con il racconto del viaggio in terra francese, condotto in virtù del gemellaggio con Magland, il 26/27 settembre scorso; un benvenuto ai nuovi nati 2009 e la prima di una serie di vecchie foto da rispolverare nel prossimo futuro, nella quale riconosciamo un giovane don Alfredo Comi, parroco di Barzio.

Un altro passo avanti verso le tanto conclamate comunicazione ed informatizzazione è rappresentato dal nuovo sito istituzionale del Comune di Barzio che risponde all’indirizzo www.comune.barzio.lc.it e che proietta l’ente in un panorama mediatico riconoscibile e dunque maggiormente fruibile dagli utenti nostrani e non solo.

Si parla poi dei beni comunali già oggetto di alienazione siti in Via Gaggio, Via privata Legnani e Via per Introbio ed alla necessaria sospensione momentanea di un progetto che riguarda la realizzazione di un importante tratto di ciclabile ancora urbanisticamente non conforme: il puntuale inserimento in piano regolatore dell’intervento è condizione sine qua non per ottenere i finanziamenti necessari alla sua concretizzazione.

Nota dolente l’esposizione di un bilancio segnato dai costi di ammortamento dei mutui, più di 50, accesi in passato dal Comune di Barzio, per l’ammontare di una cifra che supera i 4.900.000 euro e che dunque limita senza via di scampo l’attuale capacità di indebitamento e dunque di investimento di un piccolo ente locale potenzialmente ricco, per le caratteristiche che fanno dell’intero altopiano un’importante location turistica, ma fortemente penalizzato dalle scelte di cui sopra.

Alle richieste dei cittadini presenti all’assemblea Silvia Crippa argomenta le cifre di un elemento tecnico come il bilancio, che necessita di spiegazioni semplici e chiare come l’assessore al bilancio,cerca di dare a chi chiede delle risposte.

Rammarico soprattutto per l’infelice conclusione del titanico investimento destinato alla realizzazione di una pista da sci non ancora omologabile e dunque ufficialmente impraticabile che dai Piani di Bobbio condurrebbe a Barzio, di tutte le opere collaterali legate al comprensorio, comprese le strutture di accoglienza realizzate a monte e di una congiunta rete fognaria ultimata, ma effettivamente inefficace.

In questo panorama di cui per sommi capi abbiamo esposto i tratti più significativi e determinanti si muove l’attuale amministrazione comunale, desiderosa comunque di investire andando oltre la semplice gestione di un paese che ha molto da offrire a residenti e villeggianti. A questo proposito vale la pena di citare una simpatica iniziativa volta ad integrare le risorse destinate all’organizzazione di eventi, per i quali il sindaco ringrazia tra l’altro l’assessore al turismo Camozzini: l’iniziativa consiste nella creazione e commercializzazione di felpe marchiate “Barzio”, disponibili a breve nelle edicole e non solo.

Con una necessaria forte attenzione nei confronti di scelte con le quali confrontarsi ogni giorno, “Nuova Barzio” si propone di trovare soluzioni compatibili che risolvano i problemi di una quotidianità sempre più difficile e vadano oltre l’ordinaria amministrazione.

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

CHE SI DICE DEI VALSASSINESI FUORI DALLA VALLE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

dicembre: 2009
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031