CONSIGLIO COMUNALE A BARZIO: COMPLETATA LA RISCOSSIONE DI “VIA GAGGIO”



Si è riunito ieri sera, lunedì, il consiglio comunale barziese. Assenti l’assessore Canali e il consigliere Gerosa. La riunione si apre con l’approvazione all’unanimità del verbale della seduta precedente.
Il secondo punto all’ordine del giorno è l’affrancazione di un canone livellario richiesto da Gianfranca Arrigoni Neri. Affrancazione concessa all’unanimità.

http://www.valsassinanews.com/image/original/2158.jpgL’affrancazione di un altro canone livellario, cui richiedente è Angelo Ruffinoni, è per l’assemblea occasione di riflessione. Su questo specifico lotto è installato un ripetitore per il traffico telefonico e ovviamente la compagnia telefonica che ne usufruisce versa un canone al proprietario del terreno (che sia il Comune o che sia un privato). Il capogruppo dell’opposizione Paolo Bianchi propone quindi di rimandare la decisione per accertare che l’eventuale affrancazione del terreno al suo livellario non crei danno alla casse erariali. Ne segue quindi una discussione tra i consiglieri. Al termine l’affrancazione è concessa col parere favorevole del gruppo di maggioranza mentre si astiene il gruppo di minoranza.

Quarto punto all’ordine del giorno riguarda l’approvazione definitiva per l’ampliamento del “bar Cacciatore” ai Piani di Bobbio, semplicemente la presa d’atto di un provvedimento già approvato dal consiglio nel 2010. Ottenuti ora pareri favorevoli da tutti gli enti interessati, l’assemblea riapprova all’unanimità. Approvata all’unanimità anche la Legge Regionale sul “fondo aree verdi”.

Ultimo punto all’ordine del giorno quello più atteso. La mozione presentata da Bianchi circa la decadenza dell’aggiudicazione del terreno in via Gaggio, provvedimento che potrebbe riaprire la lunga vicenda legata alla vendita di quel terreno comunale.

In sintesi, Bianchi chiede al consiglio il decadimento dell’alienazione concessa alla società “Augusta srl – Attività immobiliari” di Milano, a causa del reiterato ritardo nel pagamento del saldo (pari a € 57.530). In risposta il sindaco Ferrari dà lettura della relazione proveniente dall’ufficio tecnico comunale, dimostrando così il raggiunto pagamento dell’importo dovuto e ne motiva il ritardo. Il consiglio perciò non accoglie la mozione Bianchi. Quest’ultimo però tiene a precisare di aver agito nell’interesse della comunità attendendo un anno prima di chiedere la decadenza del contratto – rinunciando così a buona parte del saldo. Allo stesso tempo il sindaco Ferrari riconosce alla mozione Bianchi un ruolo nell’accelerare il completamento del pagamento da parte della società Augusta srl.

 

 




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MANCANO I VACCINI ANTINFLUENZALI

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

marzo: 2013
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031