INTROBIO, BLACKOUT IDRICO SENZA PREAVVISO: NIENTE ACQUA FINO ALLE 7:30



Idrolario ha "staccato" l’erogazione ieri sera e fino alle 7:15-7:30 circa di questa mattina, dopo che il bacino idrico che serve il paese si era svuotato. Testimoni affermano di aver visto personale dell’azienda pubblica operare intorno ai caselli nella tarda serata di domenica. Poi l’acqua è "sparita", fino a stamattina. Il problema è che nessuno ne sapeva nulla, cittadini e tantomeno amministrazione comunale: tutti all’oscuro (e all’asciutto…).

Furibondi alcuni introbiesi che hanno contattato la nostra redazione con e-mail e telefonate, privati e attività commerciali. "Niente caffè per i primi frequentatori – raccontano i titolari di un bar del centro – ma oltre ai clienti si deve considerare che le macchine, senz’acqua rischiano di bruciare. Nessuno pensa a questo?". Il fornaio per fortuna aveva capito la situazione già ieri sera e si era attrezzato per tempo con delle taniche ("Ma lavorare così non è esattamente comodo") mentre molta parte degli abitanti, sveglia come sempre alla mattina presto, ha dovuto fare i conti con i rubinetti a secco, per non parlare delle altre spiacevoli conseguenze".

E si dichiara "incazzatissimo" il vicesindaco Fabio Brini, che ha appreso a sua volta la notizia solo stamattina. "L’A.T.O. – ironizza – significa Ambito Territoriale Ottimale, ma quest’ultima parola, ‘Ottimale‘, me la devono spiegare. Una volta, con gli idraulici e la competenza a livello comunale ci si accorgeva da soli quando il bacino andava esaurendosi; adesso con tutto in capo a Idrolario succedono queste cose… E dire che l’anno scorso avevamo chiesto di poter accedere al telecontrollo, è una banalità, basta avere un accesso via internet e se il livello dell’acqua scende possiamo operare da qui. Invece nulla. Abbiamo il danno, ai privati e alle aziende, e siamo del tutto impotenti, per legge. Sono davvero incazzatissimo".

In mattinata lo stesso Brini ha contattato la Cademartori, chiedendo e ottenendo (come già avvenuto l’anno scorso) di poter ottenere un po’ d’aqua grazie alla riduzione dei consumi della grande azienda casearia. La quale ha acconsentito, alleggerendo la situazione preoccupante per Introbio. "Ringrazio ancora una volta il direttore Silvio Buzzoni – dice il vicesindaco – per la cortesia fatta al paese, sacrificando una parte dei consumi dal bacino del Monte Cuco".

 

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MALTEMPO: FA ANCORA PAURA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO