FUCILE E FARO VIETATI, BRACCONIERE ‘BECCATO’ TRA MOGGIO E MORTERONE



COMBI ROBERTO CASSINA FASCIAMORTERONE – Denunciato in queste ore in Valsassina un cacciatore per bracconaggio, dopo l’appello del sindaco di Cassina Roberto Combi. Due pattuglie della Polizia provinciale sono state dislocate per intercettare eventuali situazioni di caccia illegale di ungulati e lepri e puntualmente “al primo colpo” hanno beccato un sospetto bracconiere.

I due team, uno dei quali “civetta” sono stati impegnati tra la Culmine di San Pietro e il territorio di Morterone, le aree in cui erano stati segnalati recentemente dei movimenti ‘dubbi’; intorno alla mezzanotte di lunedì sono stati notati dei fari, ritenuti dagli agenti un mezzo dei bracconieri per scorgere gli animali da abbattere. Dopo un lungo appostamento ecco l’auto, subito bloccata: dentro c’era un faro, utilizzato per accecare gli esemplari cacciati, ancora collegato all’accendisigari e vietatissimo. L’uomo fermato aveva con sè un fucile calibro 22 detenuto regolarmente ma non impiegabile in orario notturno (quando il porto di quell’arma diventa abusivo).

http://lecconews.lc/wp/wp-content/uploads/2013/03/uccelli-vari.jpg“Tutti gli elementi conducono all’accusa di bracconaggio – spiega il comandante Raffaella Forni (a sinistra in una immagine di archivio) -, anche perchè l’uomo aveva a bordo anche un telemetro per calcolare la distanza dell’animale. Ipotizziamo che stesse bracconando lepri o al massimo caprioli visto il calibro dell’arma”. La carabina è stata posta sotto sequestro e il fascicolo inoltrato alla Questura, per il bracconiere potrebbe scattare il ritiro del porto d’armi.




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COMUNITÀ MONTANA, COSA T'ASPETTI DAI NUOVI VERTICI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930