BOBBIO, OGGI NON SI RAGGIUNGE IL ‘NUMERO CHIUSO’ IMPOSTO DAL COVID-19



BARZIO – Dalla ressa di ieri alla calma piatta di oggi. In confronto al caos di 24 ore fa, questa mattina Barzio e la partenza per i Piani di Bobbio sono irriconoscibili.

Già il fatto che non sia mercoledì, e dunque tante attività commerciali abbiano risollevato le saracinesche dopo il giorno di riposo, faceva prevedere una minore affluenza. Il meteo meno gradevole e il rischio di essere rimbalzati alla partenza della funivia hanno fatto il resto. E se alle 9 di ieri le auto degli sciatori costretti a tornare a casa intasavano il paese, incastrandosi con chi ancora procedeva ignaro verso una giornata sulla neve e mettendo in difficoltà l’unico vigile in servizio, oggi tutto ciò sembra un lontano ricordo e il parcheggio in località “la piazza” non arriva alla metà della sua capienza.

Anche per domani, venerdì, non si prevedono disagi, mentre è molto più probabile che il rispetto delle norme contro il Coronavirus condizioni il fine settimana. Come spiegato ieri a Valsassinanews dal direttore Itb Massimo Fossati, potendo caricare solo 4 persone per cabina portare 3mila persone in quota richiede l’intera mattinata, e lo stesso tempo servirà al pomeriggio per far defluire tutti. Il numero chiuso è quindi necessario e verrà rispettato sino alla fine dell’emergenza sanitaria. Sempre per combattere la diffusione del Covid-19 agli sciatori in coda alle biglietterie verrà chiesto di mantenere tra loro una distanza di sicurezza.

RedBar

 

LEGGI ANCHE

SCIARE A BOBBIO, COME COMPORTARSI NEI PROSSIMI GIORNI

FOSSATI (ITB) SPIEGA IL MERCOLEDÌ DI CAOS. “IN FUNIVIA 700 PERSONE, NON NE ATTENDEVAMO 5000”. DA VALTORTA NESSUN BLOCCO

 

 

 




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COPRIFUOCO CONTRO IL COVID: SEI D'ACCORDO?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO