PRIMA VITTIMA VALSASSINESE DEL VIRUS: ADDIO A ‘ZAI’ ACERBONI DI NOCENO



Risultato immagini per Sant'Anna' di ComoCOMO – Ricoverato pochi giorni fa in gravi condizioni prima all’ospedale di Gravedona quindi al ‘Sant’Anna‘ di Como, è deceduto all’età di 84 anni Giuseppe “Pino” Acerboni, da tutti conosciuto come Zai – originario e nato a Noceno, località di Vendrogno, il 26 settembre del 1935.

Personaggio notissimo in zona, Zai è il primo valsassinese morto a causa del Coronavirus.

Nella vita era stato tra l’altro camionista e poi con la moglie gestore di osterie proprio a Noceno. Attivissimo, spesso polemico, uomo originale e appassionato, artigiano del legno e mille altre cose, Acerboni da tempo girava in Muggiasca su una carrozzina a motore. Recentemente era stato al centro di una vicenda legata al suo domicilio.

Tutti lo conoscevano, non solo a Vendrogno – dove lascia un grande vuoto.

Per lui, come già prima per il ballabiese Aquilino Invernizzi deceduto l’altroieri, non vi sarà la possibilità di funerali pubblici.

Le più sentite condoglianze dalla redazione e direzione di VN vanno al nipote Fabio Landrini, per anni collaboratore delle nostre testate on line.

RedVN

LEGGI ANCHE:

VENDROGNO, UN ANZIANO DI NOCENO POSITIVO AL CORONAVIRUS

ANZIANO IN CARROZZINA ‘PRIGIONIERO’ DEI LAVORI A VENDROGNO




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COPRIFUOCO CONTRO IL COVID: SEI D'ACCORDO?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO