DIARIO DALLA “QUARANTENA”/QUEI FIORI DELL’IMMAGINAZIONE…



Chiudete gli occhi per un istante e viaggiate con l’immaginazione. Percorrete i nostri boschi, i nostri sentieri, viaggiate tra gli abeti, c’è quello bianco e quello rosso, poco più in la c’è un acero e quasi attaccato una betulla bianca.

In fondo al bosco si intravede un carpino bianco e non poteva mancare l’imponente castagno con la sua chioma, anche il faggio non scherza nemmeno il frassino. Larici, ontani e pini sono lì che ci guardano, ma il gioco è non aprire gli occhi, giocare con la fantasia. Quante volte in questi anni li saremo passati accanto quasi senza vederli e oggi che un virus ci costringe a stare a casa li ricordiamo e riconosciamo con la nostra mente.

Pino mugo Mugus: impianto e manutenzione, la moltiplicazione, fotoC’è perfino il pino mugo, quello che Mauro Corona nomina nei suoi libri e che Maurizio Crozza interpreta alla perfezione, il rovere viene mosso dal vento e il tiglio ci regala il suo profumo.

Quanto è bella la nostra Valsassina e quanti regali ci fa la natura, anche nei prati e nel sottobosco, con l’anemone, i campanellini, le campanule e che dire del ciclamino delle Alpi.

Non aprite gli occhi, continuate a passeggiare nei prati tra l’erba regina, i fiordalisi e le genziane, passando accanto ai gigli e alle margherite.

In alto quasi vicino alla vetta vedete per caso la minuartia delle Grigne o la primula? Ci sono anche il narciso selvatico e le orchidee, la viola e la vedovella, ma ora che l’avete vista potete aprire gli occhi e pensare che tutto andrà bene, perché li ad aspettarci c’è la stella alpina, pronta a riceverci e a sorriderci quando tutto sarà finito e finalmente la natura e i valsassinesi si ritroveranno in pace e armonia come è sempre stato.

Fer

 

 




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COPRIFUOCO CONTRO IL COVID: SEI D'ACCORDO?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO