IL CBD PUÒ AIUTARE AD ALLEVIARE I DOLORI PROVOCATI DALLA FIBROMIALGIA?



La fibromialgia è una una sindrome cronica dolorosa che colpisce muscoli e tendini provocando tensioni e dolore diffuso, in grado di peggiorare drasticamente la qualità della vita del paziente. I rimedi e le terapie utilizzati per lenire il dolore causato dalla fibromialgia sono ancora pochi, essendo la genesi e le cause scatenanti della malattia parzialmente sconosciute. Tuttavia, tra i pochi rimedi utili figura il CBD, una sostanza in grado di ridurre efficacemente il dolore cronico e gli stati infiammatori. Un recente studio sui dolori articolari, ha dimostrato come esista una precisa correlazione tra il CBD e il sistema endocannabinoide umano, particolarmente sensibile alle proprietà analgesiche del CBD stesso. Se desideri conoscere meglio le dinamiche di tale correlazione leggi di più in questo articolo.

Fibromialgia e CBD: quanto c’è di vero?

Studi recenti hanno dimostrato l’esistenza del cosiddetto Sistema Endocannabinoide, un insieme di recettori in grado di regolare la percezione del dolore, l’umore, il sonno e la risposta del sistema immunitario. Si tratta di uno dei maggiori responsabili delle funzioni biologiche dell’organismo umano. La ricerca scientifica spiega che eventuali carenze o alterazioni del sistema endocannabinoide possono spianare la strada a malattie complesse come la fibromialgia, la sindrome dell’intestino irritabile e l’emicrania. Alcuni medici suggeriscono che rafforzando il su citato sistema endocannabinoide tramite l’assunzione di fitocannabinoidi come il CBD sia possibile supportare le normali funzioni dell’organismo e ridurre efficacemente il dolore associato alle malattie appena elencate. A suffragare tali teorie concorre uno studio del 2011 realizzato su un campione di pazienti con fibromialgia cui è stato chiesto di utilizzare il CBD e su un altro campione di pazienti cui è stato somministrato un placebo. La ricerca ha rivelato come coloro che usavano CBD abbiano sperimentato una significativa riduzione del dolore e della rigidità articolare. Una seconda ricerca, realizzata dalla National Pain Foundation, ha osservato una netta riduzione del dolore e dei sintomi associati alla fibromialgia nel 62% dei pazienti che hanno assunto CBD in luogo di altri farmaci consigliati dalla FDA.




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

PONTE DELLA VITTORIA, COSA SI DEVE FARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO