AIUTARE I PROPRI FIGLI ECONOMICAMENTE E NON: I CONSIGLI PER I GENITORI



La vita di un genitore non è mai semplice, soprattutto perché è difficile individuare il momento esatto per lasciar andare i propri figli. In una società come la nostra, poi, le contingenze economiche complicano ancor di più la questione: spesso i ragazzi si laureano tardi, fanno un percorso universitario molto lungo, e poi faticano ad entrare nel mondo del lavoro dalla porta principale. Oggi a 30 anni in tanti ancora vivono a casa dei genitori, pur avendo la necessità di diventare indipendenti. In tali casi è chiaro che serve dare loro un aiuto economico (e non solo), e in questo articolo scopriremo i migliori consigli per riuscirci.

L’assicurazione sulla vita: la polizza assicurativa in questione può diventare una preziosa garanzia per il futuro dei figli, nel caso dovesse malauguratamente accadere qualcosa ai genitori. E oggi non mancano le opzioni in tal senso, come ad esempio l’assicurazione sulla vita TCM di Helvetia, che può diventare una soluzione molto interessante e conveniente.

Aiutare a realizzare i loro sogni: tra i compiti del genitore c’è sicuramente quello di aiutare il ragazzo ad inseguire le proprie passioni e a concretizzarle, fornendo un supporto psicologico, morale e ovviamente anche economico. L’obiettivo deve essere sempre quello di fornire l’aiuto necessario per far sì che il proprio figlio trovi la sua strada e abbia gli strumenti necessari per percorrerla fino in fondo.

L’aiuto economico non è per sempre: arriva un momento in cui un genitore deve decidere di chiudere il rubinetto, magari in maniera graduale. Un figlio, infatti, può rendersi conto della necessità di iniziare a guadagnarsi da vivere soltanto se vengono a mancare i “rifornimenti” per coprire i propri lussi. È in questo modo che si cresce, anche facendo fronte alle privazioni, per cercare una maniera per guadagnarsele con il proprio lavoro e il sudore della fronte.

I genitori rimangono sempre una guida: una volta “svezzato” il ragazzo, i genitori non devono mai privarlo della loro presenza e del loro aiuto. Il giovane deve infatti sapere di poter contare sul loro supporto, anche se magari ha preso una strada diversa da ciò che si aspettavano i genitori. Di conseguenza, al di là dei contrasti che purtroppo accadono anche nelle migliori famiglie, non deve mai venire a mancare l’unità di intenti, e il legame.

Spendere e investire: i genitori devono essere bravi a distinguere le spese dagli investimenti. Si possono limitare le prime e favorire i secondi (ad esempio viaggi contro costi dell’università), cercando di far capire al ragazzo che si tratta di un sacrificio necessario, fatto in nome del suo futuro.

In conclusione, quello dei genitori è un compito arduo, quando si tratta di mantenimento e non solo: bisogna essere bravi a supportare il proprio figlio lungo il suo percorso, aiutandolo in tanti modi diversi.

 




VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

SUPER GREEN PASS: CHE NE PENSI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO