RIFORMA DELLA LEGGE REGIONALE, LA SANITÀ DI MONTAGNA NELLE LINEE GUIDA



MILANO – Approvata oggi in giunta regionale la delibera che integra le linee guida di sviluppo della riforma della legge 23/2015 in tema di sanità. Nell’ambito delle novità, si è previsto un capitolo apposito per la sanità di montagna “al fine di sviluppare e implementare particolari modelli gestionali, organizzativi e aziendali”. In particolare, si prevede di individuare per questi territori strumenti adeguati a garantire la presenza capillare dei servizi, l’attrazione dei professionisti e in generale la capacità di assicurare le cure necessarie su un territorio molto vasto e non densamente popolato.

“È evidente – spiega Massimo Sertori, assessore regionale a Montagna, Enti locali e Piccoli Comuni – che i territori caratterizzati da orografie che rendono difficili i collegamenti, grandi spazi e concentrazioni abitative molto limitate, necessitano di politiche sanitarie specifiche che garantiscano un grado di assistenza socio-sanitaria adeguata ai cittadini”.

“Il percorso che porterà all’approvazione da parte del Consiglio regionale della legge 23 – continua l’assessore  – sarà articolato e ci sarà ancora lavoro da fare”.

“Certo è che fino a qui – conclude Sertori – anche i rilievi e le osservazioni pervenute dai sindaci dei territori di montagna sono stati ascoltati”.

(LNews)




VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

FAR PAGARE I SOCCORSI A CHI VA IN MONTAGNA NON ATTREZZATO?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

giugno: 2021
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930