EMERGENZA? “NOI DELLA RSA CASA SANT’ANTONIO CE LA METTIAMO TUTTA…”



Giornate intense, in Rsa, per noi che viviamo la casa di riposo “da dentro”. 

Il “tempo sospeso” che si percepisce fuori dalla struttura, non sembra lo stesso “tempo” che sentiamo e “abitiamo” qui da almeno 16 giorni.

Ogni giorno sembra di avere imparato qualcosa di nuovo, ma nel successivo arriva qualcosa che rivoluziona tutto: delibere, decreti, norme..ma non solo.
Ci sono gli sguardi degli anziani,
che cerchi di proteggere,
ci sono le voci dei parenti al telefono,
che chiedono di loro,
ci sono i silenzi, le attese, le domande, i momenti di pianto e quelli di speranza.

E ci sono infermieri, medici, fisioterapista, amministrativa, assistenti, educatore, che con te sono in “Prima linea” e provano ad andare avanti e fare in modo professionale il proprio lavoro, pur avendo anche loro (!) timori e pensieri.
E ci sono le addette alle pulizie e le cuoche, che comprendono e sono con noi!
E ci sono gli amici direttori, i direttori sanitari e i responsabili d’area che ti sostengono a distanza.

E vai avanti.

Perché lo sguardo degli ospiti ti chiede questo, perché tu sai che non puoi arrivare ovunque ma qualcosa puoi fare.

Qualcosa
Ogni
Giorno.

Anche solo prestare il tuo cellulare agli anziani per chiamare i loro cari, magari tenendo il telefono ad una signora per parlare con la figlia, commuovendosi con lei.

Si
Può
fare
Tanto.
Sempre.

Veronica Bonicalzi

Direttrice Rsa “Casa S. Antonio”
Barzio

#nondimenticateglianziani

 




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COPRIFUOCO CONTRO IL COVID: SEI D'ACCORDO?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO